In Anti & Politica, Economia, Libertarismo, Varie

di REDAZIONE

Sabato 16 giugno 2012, alla Sala Barchessina in Via Roma n°44  presso il municipio del Comune di Limena (Padova), si terrà la tavola rotonda ‘Si salvi chi può: Lo Stato italiano allo stato gassoso’, un incontro che vuole essere un momento di riflessione politica ed economica sulla situazione fiscale nelle regioni del Lombardo-Veneto, sui possibili  scenari futuri conseguenti al default nazionale e sulle prospettive  del centrodestra italiano alla luce delle recenti elezioni amministrative in vista dell’appuntamento delle prossime elezioni politiche.

Relatori partecipanti all’incontro:

Leonardo Facco (editore e scrittore,  caporedattore del quotidiano online L’Indipendenza)

Roberto Ciambetti (Assessore Lega Nord  alla Regione Veneto)

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Giorgio Stracquadanio (Deputato Popolo della Libertà)

Moderatore :  Sante Carraro

L’evento è anche su Facebook: https://www.facebook.com/events/368818539847580/

Recent Posts
Comments
  • zioAlbert
    Rispondi

    Ciao Leonardo
    Il piacere di conoscerti personalmente mi ha fatto digerire (quasi) le infinite digressioni di Straq e dell’altro tizio che, impiegando un milione di parole, hanno detto che siamo allo sfascio e l’unica cosa da fare, ridurre la spesa, non la farà nessuno, bella scoperta del sabbione.
    “Però che pazienza ha Facco” dice mia moglie “ascoltare ogni volta tutte quelle chiacchiere” … “Bella forza” dico io ” lui si porta il pc e, mentre finge di ascoltare, se ne va cazzeggiando per il web in cerca di notizie” .
    La prossima volta mi porto il pc anch’io così magari riesco a farti la domanda che, con tutto il “profluvio” di argomenti irrinunciabili, non o potuto fare.
    La domanda è questa: premesso che, come sempre, la realtà viene illustrata in un modo tragicomico, e la cosa mi ha veramente stufato e saturato, io vorrei parlare dell’unica reazione che ci è permessa: banale evasione e banale astensione. Banale? Straq ha detto così, ma siamo sicuri che avere la maggioranza del paese che non partecipa all’ignobile teatrino sia banale? Siamo sicuri che, di fronte a una fetta cospicua di gente che se ne va, (evade letteralmente) o non vota per un sistema social-burocratico che sistematicamente ci prende in giro, tutto l’ambaradan politicante farebbe finta di niente?
    Io credo invece che “loro” abbiano tirato un sospirone di sollievo con la comparsa della Grillomania. Credo che solo immaginarsi metà del paese che, silenziosamente, e seriamente, li sta a guardare con un muto “PREFERIREI DI NO” stampato in fronte gli abbia fatto venire un gran brivido lungo la schiena, che ne pensi?
    Preferirei di no, altro che Straq …
    Alberto
    p.s. Quando ci si deciderà, nei dibattiti, di adottare l’orologio come nelle partite di scacchi? Purtroppo, in Veneto, siamo troppo educati e pazienti, ma dopo 45 minuti di bla bla bla a senso unico …

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search