In Economia, Primo Piano, Varie

di LUIGI CORTINOVIS

Se le tasse non si possono pagare non vanno pagate. Punto e basta! Leggittima difesa? Certamente, lo ha sentenziato anche il giudice di Firenze, di cui riportiamo qui sotto fatto e motivazioni.

Evase l’Iva, ma non lo fece per una scelta volontaria, bensì per mancanza di soldi: la situazione della sua ditta, che già era in ”estrema difficoltà economica” a causa della ”difficile congiuntura”, si era aggravata perché un cliente non le aveva pagato un importante lavoro. E’ la motivazione con cui il 27 luglio il gip di Firenze ha assolto un imprenditore accusato di non aver versato, nel 2007, 176 mila euro.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

”Il processo penale – spiega il giudice -, a differenza di quello tributario, impone di valutare e di provare la volontarietà dell’omissione, volontarietà che nel caso di specie non sussiste, causa la crisi finanziaria in cui si era venuto a trovare in conseguenza anche delle condotte di soggetti terzi inadempienti nei suoi confronti, crisi che lo ha posto in una condizione di illiquidità che non lo rende, nel caso di specie, pur se inadempiente al pagamento dell’iva, perseguibile penalmente”. Ancora: “Manca l’elemento psicologico del reato”. L’imprenditore, che opera nel campo dell’edilizia, si era opposto a un decreto penale di condanna da 7.500 euro, spiegando che la sua ditta, ”che stava facendo un lavoro importante per una societa’ di Firenze – ricorda il giudice – si era trovata in estrema difficolta’ economica perche’ quest’ultima non aveva onorato le scadenze”. Successivamente, ricorda il gip, l’imprenditore, ”essendosi un po’ ripreso economicamente”, ha raggiunto un accordo con l’Agenzia delle entrate.

Forse è tempo che la smettano gli imprenditori di questo paese, di accendere mutui per pagare le tasse, ancor di più quando le loro aziende sono a credito nei confronti dello Stato, pessimo pagatore e illusionista. Che le tasse sono un furto lo sapevamo, che anche un giudice sentenziasse che non pagarle è solo legittima difesa, è un passo avanti della civiltà giuridica italica.

Recent Posts
Showing 7 comments
  • Stefano Nobile
    Rispondi

    Non ci credo, è un sogno.
    E dopo mi sveglierò vivendo nell’incubo ItaGlia

  • Roberto
    Rispondi

    Una rondine non fa primavera.

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      Hai ragione, ma facciamo gli ottimisti per una volta… :-)

  • zioAlbert
    Rispondi

    Il giudice, in realtà, ha assolto il sistema giudiziario che non fa la cosa più importante: far rispettare il diritto di proprietà. Se lo avesse fatto il contribuente in questione avrebbe riscosso il suo credito e avrebbe avuto i soldi per pagare.
    Per quanto positiva per il contribuente, l’ennesima figura patetica.

pingbacks / trackbacks

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search