In Ambientalismo, Scienza e Tecnologia

DI REDAZIONE

Ci vuole coraggio a cambiare idea, e Mark Lynas quel coraggio l’ha avuto. “Mi scuso per aver passato anni a strappare raccolti Ogm. E mi spiace di aver contribuito a far nascere il movimento anti Ogm negli anni ’90, e di aver assistito alla demonizzazione di una opzione tecnologica importante che può essere usata per portare benefici all’ambiente”, ha detto nel corso di una conferenza ad Oxford (qui il testo completo in inglese).

Quello di Lynas è un cambio di rotta totale per il quarantenne ambientalista inglese famoso anche per aver  tirato una torta in faccia all’accademico danese Bjørn Lomborg, al quale rinfacciava lo scetticismo sul riscaldamento globale.

“Come ambientalista, e come persona convinta del fatto che tutti sulla terra hanno diritto a una dieta sana e nutriente di propria scelta, combattendo gli Ogm non avrei potuto scegliere un sentiero più controproducente. Ora lo rinnego completamente” ha aggiunto.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Ma perché un cambiamento così radicale? Lo stesso Lynas lo spiega così:

Beh, la risposta è abbastanza semplice: Ho scoperto la scienza, e in questo spero di essere diventato un ambientalista migliore. La prima volta che ho sentito parlare della soia transgenica di Monsanto, ho pensato che c’era una grande multinazionale americana con qualche scheletro nell’armadio, che stava mettendo qualcosa di nuovo e sperimentale nel nostro cibo senza dircelo. Mescolare geni di organismi diversi mi sembrava innaturale, l’umanità stava accumulando troppo potere tecnologico; qualcosa di orribilmente sbagliato. Pensavo che questi geni si sarebbero diffusi come una specie di inquinamento vivente. Roba da incubo.

Poi ho fatto interessanti letture. E ho scoperto che uno per uno, i miei pregiudizi sugli Ogm erano poco più che leggende urbane.

Io credevo che per gli Ogm sarebbero serviti più prodotti chimici. E ho scoperto il cotone resistente ai parassiti e mais che richiede meno pesticidi.

Io credevo che gli Ogm avrebbero arricchito le grandi compagnie. E ho scoperto che son9o i contadini a risparmiare miliardi di dollari in coltivazioni che richiedono meno cure.

Io pensavo che le piante Ogm fossero sterili e obbligassero i contadini a ricomperare i semi anno dopo anno. Eho scoperto che le piante Ogm sono fertili come quelle non Ogm, ma che a nessuno conviene piantare i semi dell’anno prima, visto che le piante che danno un buon raccolto sono ibridi, e i loro semi non si possono riutilizzare.

Io credevo che nessuno volesse gli Ogm. E ho scoperto che i contadini indiani hanno piratato il cotone Ogm, e quelli brasiliani hanno contrabbandato la soia Ogm dall’Argentina perché tutti volevano le piante transgeniche.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Io pensavo che gli Ogm erano dannosi. E ho scoperto che sono più sicuri e danno risultati più precisi rispetto a tecniche antiche c0me la selezione per mutagenesi, come si fa da millenni: nell’Ogm si sposta un paio di geni, la selezione convenzionale mescola l’intero patrimonio genetico della pianta in un processo di tentativi ed errori.

E che dire del mescolare geni di specie non imparentate? Un pesce e un pomodoro? beh, ho scoperto che in natura i virus lo fanno ogni giorno, su piante, insetti e anche persone: è un fenomeno naturale che si chiama gene Flow.

Così nel mo ultimo libro “ The God Species” ho buttato nella spazzatura tutta l’ortodossia ambientalista per allargare la visuale su scala planetaria. Perché adesso abbiamo davanti una sfida: nutrire nove miliardi e mezzo di poveri senza speranza nel 2050, usando circa la stessa terra e la stessa acqua di oggi, limitando l’uso di fertilizzanti, acqua e pesticidi, il tutto nel contesto di un clima in rapido cambiamento.

di Luca Masali – Tratto da http://www.espansioneonline.it

Recommended Posts
Showing 84 comments
  • leonardofaccoeditore
    Rispondi

    ANTICIPO I NAZICOMUNISTI CHE DIRANNO: “Ecco, uno che si è venduto alle multinazionali, lo hanno pagato per cambiare idea, blablabla”.

    • Parla come Mangi
      Rispondi

      A parte che per essere sicuri, ma soprattutto certi delle motivazioni che hanno indotto costui a redimersi dopo una visione al pari dei pastorelli di fatima, bisognerebbe guardare il suo conto in banca e verificare la sua consistenza prima e dopo la sua divina visione.
      Detto questo, mi sembrano gli spot tipici di quel filone di adepti che sono riconducibili a quel pastore, che pur trattando sempre pecore, a suo dire sono anime. In sostanza, accade una catastrofe, un terremoto, muoiono 5000 persone ma si grida al miracolo perché dopo 7 giorni viene estratto vivo un bambino. E gli altri 4999 che sono morti? Cosa sono frittelle? Valgono meno del bambino??
      Quindi da buoni CATTOLIBERTARI, per uno che a quanto pare dalla sua storia personale, non è di certo mai stato avulso a episodi eclatanti nella disperata ricerca di visibilità, dimenticate i 4999 che ogni giorno si aggiungono alla già folta schiera di cittadini che vorrebbero che queste s(c)ementi ve le mangiaste solo ed esclusivamente tra di voi (parenti ed affini inclusi). La libertà va comunque tutelata e garantita, anche se qualcuno pensa di trovarla in banca, quindi personalmente ritengo che per uso personale e sotto stretto controllo (anche medico) sia giusto e DEMOCRATICO.
      Come vedi nessuno vuole imporvi nulla a differenza vostra, oltre modo mi sembra di intuire che la vostra visione di libertà contempli esclusivamente la vostra e non sia prevista quella altrui.
      Buona giornata!

      • lorenzo s.
        Rispondi

        Infatti vogliamo “mangiarcele fra di noi” queste “s(c)ementi”. Noi vogliamo che ognuno mangi quello che gli pare: ogm, bio, ecc, senza che un ducetto come te ci costringa a vivere secondo la sua visione del mondo.

        • Parla come Mangi
          Rispondi

          E no caro te, volete venderle, visto che ne avete comprate delle bancalate. Questo non è uso personale.
          Non fare il bambino, dai.

          • Fabio

            venderle a chi vuole comprarle senza costrizione.

            Ma chi distrugge i campi impedisce tali scelte e scambi volontari.

            Ed anche chi sovvenziona i coltivatori con le tasse altrui (o gli riserva degli sconti ed esenzioni fiscali, come con l’imu) costringe in pratica qualcuno a comprare prodotti non ogm contro la propria volontà.

        • Parla come Mangi
          Rispondi

          @lorenzo s.
          Certo ben detto l’importante è sempre sotto stretta sorveglianza medica e chiaramente abbinandola ad un percorso riabilitativo.
          In fondo fa molto più piacere (come dice il pastore) una pecorella che ritorna al suo ovile piuttosto che dieci nuove pecore di plastica marcate ce ma rigorosamente fatte in cina e con tanto di telecomando per non sentirsi tagliati fuori dal futuro che avanza.
          In fondo cosa vuoi, il prossimo colpo sarà modificarci per riuscire a digerire la plastica.
          E’ il nuovo che avanza non possiamo farci nulla è il mercato che ce lo chiede.
          Comunque, senza offesa, ma sei proprio messo male.
          Secondo me hai abbondantemente superato il caso medico. A questo punto può solo intervenire l’assistente sociale.

  • renato
    Rispondi

    questo non si è venduto, si è nutrito di piante ogm ed ecco il risultato: cervello, o quello che ne rimane, in pappa

  • fagiano
    Rispondi

    i 3 sfigati che creano sto sito sono dei COMICI NATI ! ahahaha

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      tu invece sei un nazi-comunista da rinchiudere in gulag

  • W la Libertà
    Rispondi

    Ho letto il delirio scritto da “Parla come Mangi” e alla fine, quando ho letto “DEMOCRATICO” ho capito tutto!

    Ecco un altro democraticissimo ambientalista, che non impone nulla eh! Però se provi soltanto a piantare o vendere ogm, ti distrugge il campo e ti vieta la vendita! Ovviamente tutto democraticamente eh!

    Magari a sti cervelloni non viene in mente che sono loro a imporre a chi vuole mangiare ogm di non farlo! Democraticamente, sia chiaro!

    Il delirio si conclude con una democraticissima proposta: se volete mangiare ogm, fatelo sotto controllo medico e per uso personale. Come la marijuana! Assurdo…

    P.S.Ce ne fosse uno che avesse provato a rispondere nel merito dell’articolo…tutti a dire, democraticamente senza dubbio, che chi è pro-ogm è sfigato, senza cervello…

    A tutti voi vi dico: VAFFANCULO…democraticamente sia chiaro…

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      :-)

    • W LA LIBERTÀ MIA
      Rispondi

      Probabilmente sei un extra-comunitario che non comprendere bene l’italiano. Io ho scritto che puoi piantare cosa vuoi l’importante e che non lo commercializzi e che i prodotti (??) della terra ottenuti, oh scusa della scienza, te li mangi tu & affini.
      Tu invece che sei molto più civile di me vuoi infettare il mio habitat.
      Se sei così altruista e quelle sementine sono così nobili quanto i soldi che pensi di farti con essi, inizia a regarlarli e non farne commercio.
      P.S Perchè non inizi tu ad entrare nel merito chiaramente eliminando il denaro che sai comè a quanto pare pesa più di quelle sementi.

      • Fabio
        Rispondi

        secondo me più che democratico è SOCIALDEMOCRATICO !! (vuoi mettere la differenza?!)

    • Adams
      Rispondi

      W la libertà sei un mito! appoggio le tue parole dalla prima all’ultima!
      soprtattutto la frase finale in cui mandi dove merita questo ennesimo rappresentante dei “democraticissimi” anti-ogm che vogliono imporre a tutti le loro idee (???) e poi hanno anche la faccia tosta di lamentarsi che invece siamo noi a voler imporre le nostre, mentre stiamo ripetendo da una vita che vorremmo concedere a tutti la libertà di scegliere… ma vaglielo a far capire ai talebani dell’ambientalismo militante senza se e senza ma…

  • Gustavo Massoni
    Rispondi

    il limite è proprio – ancora prima di affermare ogm si/no – nel bollare superficialmente nazi-comunista a priori…

    5 commenti 2 volte nazi-comunisti…mah|

    • Giorgio Fidenato
      Rispondi

      Il limite suo, sig Massoni, e vostro è, come già qualcuno ha fatto notare, che non rispondete mai nel merito di quello che vi si sottopone. Poi vi lamentate se uno vi dice nazi-comunista. Provate a rispondere nel merito delle questioni che vi sottopongono e vedrete che nessuno vi darà del nazi-comunista!!!

    • claudio
      Rispondi

      un limite è anche a priori sentirsi superiori agli altri solo perchè si persegue una dottrina autocompatibile (alla faccia della biodiversità)e cosiderare chi la vede in modo diverso dei pecoroni, mentre quelli indottrinati a dovere (che naturalmente eseguono gli ordini ad occhi,orecchie e naso chiusi) sono gli eletti ..
      un pò come il candido di Voltaire, il vostro miglior mondo possibile e tutto il resto è merda,salvo poi scoprire, a proprie spese, che vivere di seghe mentali(perdipiù inculcate da altri,sia ben chiaro siete troppo superiori per farvele da voi)costa caro,che naturalmente la vostra libertà vi permetterà di far pagare a tutti .
      buona giornata

      • Fabio
        Rispondi

        veramente i cazzo di superiori sono quegli imbecilli che sono entrati nella proprietà privata altrui distruggendo ricchezza altrui creata col lavoro e fatica altrui applicando leggi che il diritto europeo, che in questo caso ha precedenza a quello italiano, autorizza !!!

        Perciò da una parte sono con lei a condannare chi si sente superiore agli altri ed è così stupido da non avere dubbi, la invito a riflettere sull’errore in cui incappa quando pensa che i superiori siano o si sentano coloro che curano questo sito.

        • claudio
          Rispondi

          il senso del mio post era diverso da come lo hai interpretato..

        • Parla come Mangi
          Rispondi

          @Fabio
          Tutto l’anno sparlano dell’europa (giustamente) ed adesso per i loro interessi tirano in ballo le leggi europee.
          Ma la coerenza la conoscete? Ma che razza di idee avete?
          A pare che siete “FRANZA O SPAGNA PURCHE’ SE MAGNA!”.
          E non venitemi a dire che è tutta una strategia volta ad usare le stesse armi del nemico per sconfiggerlo.
          Perchè se così stanno le cose siete proprio i personaggi idonei per andare a roma. Non sfigurereste neanche un po dicendo tutto ed il contrario di tutto.
          Dei veri politici.

  • carlo veneziano
    Rispondi

    Produrre sempre di più ed in modo sempre più controllato ed efficiente non risolve la povertà: aumentando la disponibilità dei viveri, aumentano proporzionalmente la popolazione e gli sprechi.
    Invece di produrre di più sarebbe più saggio sprecare di meno.
    Nei paesi più ricchi si produce molto più di quanto sia necessario, e quindi si esigono molte più risorse energetiche rispetto ai paesi più poveri. Queste risorse, il più delle volte, non piovono dal cielo, ma vengono prese di prepotenza.
    Se nei paesi più ricchi si imparasse a sprecare di meno, quelli più poveri disporrebbero di più risorse e cibo. Raggiunto un simile traguardo, dubito che ci sarebbe bisogno di ricorrere agli OGM.
    http://www.ted.com/talks/lang/it/tristram_stuart_the_global_food_waste_scandal.html

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      Sprecare meno è una scelta corretta e di buon senso, ma nulla c’entra con l’idea che gli ogm possano essere usati o meno. Lasciamolo decidere alla libera domanda ed alla libera offerta.

      • carlo veneziano
        Rispondi

        Non sto affatto dicendo che si dovrebbe decidere in modo democratico ed imporre una decisione maggioritaria, tutt’altro!
        Semplicemente non trovo validità nelle argomentazioni dell’autore, e soprattutto nella megalomania della conclusione: “(dovremo) nutrire nove miliardi e mezzo di poveri senza speranza nel 2050”

      • Parla come Mangi
        Rispondi

        Qui siamo arrivati all’apoteosi: “Lasciamolo decidere alla libera domanda ed alla libera offerta.”…e quindi sempre la stessa storia al libero mercato. Ma se non puoi mettere due privati assieme senza che non facciano immediatamente cartello. Siamo pieni di lobby, di multinazionali per favore, altro che libero mercato, neanche quello rionale è libero, visto che alla fine della fiera tutti i prodotti arrivano dallo stesso rivenditore.
        Fatevi un’associazione di categoria e lasciate perdere il movimento.
        Siate onesti, almeno con voi stessi visto che degli altri non avete il minimo rispetto.

  • Dexter
    Rispondi

    Ormai questo dibattito sulla presunta nocività degli ogm non ha più senso, è come discutere se il gatto nero porta sfortuna o no.
    Credo che non si possa più dare visibilità a questi talebani senza nessuna competenza scientifica che usano sempre le stesse argomentazioni smentite dai fatti e che non rispettano il volere e la libertà altrui.
    Siamo 7 miliardi anche grazie agli ogm, in futuro ce ne sarà sempre più bisogno.

    • Giorgio Fidenato
      Rispondi

      Caro Dexter, purtroppo hai ragione. Quando sono stato al convegno dei grillini a Firenze, ho percepito che con queste persone non c’è niente da fare. Non si ragiona e vogliono solo imporre la loro idea. Quindi prepariamoci al peggio. Sono ossessionati dal progresso, dalla modernità. Vedono veleni da ogni parte e la soluzione è l’agricoltura biologica. Io che ho 52 anni ho dei ricordi da piccoli dell’odore degli escrementi degli insetti che infestavano le derrate alimentari: dai cereali ai fagioli, dalle patate alla frutta. Non vorrei tornare a quei periodi bucolici. Posso concordare che molte volte l’uomo usa la chimica male, ma gli escrementi di insetto sono ributtanti e fanno male alla salute. Ma con queste persone non si ragiona, c’è poco da fare. Ma stai pur certo che se entreranno di nuovo nella mia proprietà questa volta riceveranno una sonora botte di liquame addosso!!!!

      • Parla come Mangi
        Rispondi

        Ne fai tento di liquame durante l’anno? Vero?

        • FrancescoPD
          Rispondi

          Ti ricordo che oltre al liquame un corpo umano in un anno emette anche 70 kg di CO2,.. e per voi ambientalisti ortodossi è un sacrilegio vero?-… perchè non dai l’esempio, ti sopprimi e così fai un bene all’ambiente e all’umanità?

          • Parla come Mangi

            Perchè si va per ordine decrescente e consultando la lista (chiaramente democratica come piace a te) tu risulti essere nella Top Ten.
            Auguri e buon viaggio!
            P.S. Facci poi sapere com’è l’aria in quota.

    • Parla come Mangi
      Rispondi

      Ci sarà sempre più bisogno de che???? Di persone o di sementi?

  • Mauro Gargaglione
    Rispondi

    Ma siamo sicuri che il diffondersi degli OGM non contribuisca anche all’ulteriore diffondersi dei coglioni che li combattono?

    E’ il solito dilemma. Inventi un vaccino e questo salva anche gli stronzi. Infatti ce n’è un casino che dicono che i vaccini servono solo a far soldi alle multinazionali, come per gli OGM. Vorrei vederli poliomelitici o con la faccia butterata dal vaiolo.

    Sfortunatamenta gli si bùttera solo il cervello …

    • Parla come Mangi
      Rispondi

      Appunto, quindi lascia fare alla natura come del resto a sempre fatto e chi vivrà vedrà. O forse hai paura della natura? O forse, chiaramente per caso, non sarà che gli ogm ti fanno venire più grasso?

      • Fabio
        Rispondi

        finanche la semplice vite se lasciata crescere come natura vuole, crescerebbe per terra ed i tralci andrebbero persi.
        Nessun raccolto di qualsiasi prodotto ortofrutticolo arriverebbe alla tavola se “lasciato alla natura”.
        Ma il contrario non “lasciarlo all’artificiale”, l’ogm non è la frutta di plastica come l’hanno spesso descritto.

        E comunque, se non lo vuoi non lo comprare. Lascia chi lo vuole libero di comprarselo.
        Invece esiste gente che fa spedizioni punitive distruggendo campi e coltivazioni e facendo campaghe di falsa informazione rifuggendo la libertà di scelta altrui.

  • Fabrizio Fv
    Rispondi

    Parla come mangi dice “Ma se non puoi mettere due privati assieme senza che non facciano immediatamente cartello ….. “.
    Tu non sei privato?
    I “pubblici” sono fatti di una sostanza diversa, superiore a quella umanamente privata?

    • Parla come Mangi
      Rispondi

      Ho capito devi essere un parente di Celentano.
      Quindi tu sei meno peggio di lui? Quindi ti senti meglio? Filosofia interessante, mi sembra che voli molto alto.
      Ti consiglio allora di frequentare una cittadina, molto nota per AVER dato i natali ai “LUI È PEGGIO DI ME”, La cittadina si chiama Padulo, non so se ne hai sentito parlare, comunque è molto facile da raggiungere ed è molto ospitale.
      Buon viaggio e tienici informati!

  • Citizen Kane
    Rispondi

    >Appunto, quindi lascia fare alla natura come del resto a sempre fatto e chi vivrà vedrà.
    Appunto! parla come mangi.
    Lascia anche tu fare alla natura! Sfascia quel tuo computer, non è naturale. Smettila di consumare elettricità, non è naturale e inquina. Vattene da casa, anche quella non è naturale. Nessun animale costruisce case con cemento ed acciaio. Torna nella savana africana, dove viveva l’uomo prima di diventare “innaturale”, a dormire in una caverna, a mangiare quel che fornisce la natura ed a correre più veloce del leone. Quello è naturale.
    E se vivrai vedrai!

    • Parla come Mangi
      Rispondi

      Il tuo ragionamento non fa una grinza essendo concepito da un Neanderthal, tutto prevedibile. Peccato per te, io invece sono un Homo Sapiens e quindi faccio riferimento al sapere apllicandolo alla vita quotidiana cercando il più possibile che esse possano sottrarmi il più possibile da quelle che sono le incombenze quotidiane del vivere, evitandomi che la mia vita assomigli ad mera sopravvivenza.
      Tutto questo, a differenza dell’uomo neanderthal si svolge con sintonia e rispetto della natura e delle sue regole che hanno avuto come risultato la nostra venuta. Risulta evidente che la natura ha creato noi e non neccessariamente ha bisogno di noi. Noi viceversa abbiamo bisogno della natura a cominciare dall’aria che respiriamo che senza di essa non saremmo esistiti.
      La natura lasciata stare così com’è arriverà alla fine dei suoi giorni tranquillamente, diversamente noi senza di essa non potremmo far altro che rinchiuderci in un laboratorio a fantasticare tutto quello che voi con il certo risultato di approdare alla consapevolezza che la realtà decisamente supera la fantasia degli uomini.
      Stendo un velo pietoso su quella dei neanderthal che mi pare superfluo, come del resto a fatto anche la natura stessa.

  • W la Libertà
    Rispondi

    @Parla come mangi:

    Evidentemente la colpa è mia, che continuo a darvi spago, e a fare discorsi pensando ingenuamente che dalla parte del monitor ci sia un interlocutore pensante con la sua testa.

    A leggere il suo commento mi sono venuti i conati di vomito, lo ammetto, e risponderti sapendo che non otterrei che un altro commento del genere che mi provocherà altri conati di vomito, se non vero vomito, mi secca le palle.

    È chiaro come la questione, a questo punto, si sia spostata su un ambito di discussione più generale. Tu dici che io sono libero di fare quel che voglio con gli ogm tranne venderli…

    Ti rispondo a punti:

    1) Chi cazzo sei per dirmi cosa posso vendere e cosa non posso vendere?
    2) Il problema per te mi sembra di capire che non sia la diffusione degli ogm, visto che mi proponi di regalarli, ma il problema è il guadagno che ne posso trarre. Ti fa schifo che qualcuno possa guadagnare vendendo ogm? Bene, non li comprare! Magari a qualcuno altro fa piacere, qualcuno li pagherebbe il doppio, o magari il mercato li boccerà definitivamente, ponendo fine a queste diatribe! Lasciamo decidere al mercato, ai consumatori! Capisco che per voi

  • W la Libertà
    Rispondi

    @Parla come mangi:

    Evidentemente la colpa è mia, che continuo a darvi spago, e a fare discorsi pensando ingenuamente che dalla parte del monitor ci sia un interlocutore pensante con la sua testa.

    A leggere il suo commento mi sono venuti i conati di vomito, lo ammetto, e risponderti sapendo che non otterrei che un altro commento del genere che mi provocherà altri conati di vomito, se non vero vomito, mi secca le palle.

    È chiaro come la questione, a questo punto, si sia spostata su un ambito di discussione più generale. Tu dici che io sono libero di fare quel che voglio con gli ogm tranne venderli…

    Ti rispondo a punti:

    1) Chi cazzo sei per dirmi cosa posso vendere e cosa non posso vendere?
    2) Il problema per te mi sembra di capire che non sia la diffusione degli ogm, visto che mi proponi di regalarli, ma il problema è il guadagno che ne posso trarre. Ti fa schifo che qualcuno possa guadagnare vendendo ogm? Bene, non li comprare! Magari a qualcuno altro fa piacere, qualcuno li pagherebbe il doppio, o magari il mercato li boccerà definitivamente, ponendo fine a queste diatribe! Lasciamo decidere al mercato, ai consumatori! Io potrei anche decidere di vendere merda fresca al supermercato, che problema c’è?? Magari te, come molti, non la comprerebbero, e fallirei nella mia impresa commerciale di venditore di merda fresca, ma non per questo mi si deve imporre di non vendere quel che mi pare!!
    3) Alla fine del secondo atto di delirio pubblico mi dici che si deve eliminare il denaro. Vuoi impormi ancora una volta norme comportamentali che non condivido, mi vuoi dire cosa è giusto e cosa è sbagliato, pretendi che ti dia retta, pretendi che io faccia quel che vuoi tu perchè secondo te è giusto. Siete la rovina della specie umana… Venitemelo a dire in faccia di non usare il denaro, costringetemi a non guadagnare! Avanti!

    P.S. Prova un po’ di merda fresca, ti sciacquerà la bocca dalle porcate che dici…

  • paola corazza
    Rispondi

    Caro ” parla come mangi” non dar le perle ai porci… Ma ti rendi conto di con chi hai a che fare? L’aggressività, l’arroganza, la protervia, la volgarità e la miopia di certa gente ( che non vede oltre il proprio naso) non merita contradditorio… Hai notato che più proclamano la libertà, più aggrediscono e soffocano quella altrui? Molti di coloro che si sentono al passo coi tempi, solo perchè abbracciano indiscriminatamente tutto ciò che offre il mercato, in fondo conservano un animo “preistorico” lasciali cuocere nel loro brodo (per allinearmi dovrei dire nella loro merda…) Sono, ovviamente, d’accordo su TUTTO quello che hai scritto. Buon anno!

    • Nico
      Rispondi

      Ricordo che in questo sito non si applica censura di alcun tipo ed ognuno è libero di fare commenti (sempre che si eviti la bestemmia o lo sproloquio gratuito da scaricatore di porto).
      Di soffocamenti delle libertà altrui non mi sembra di vederne qua.
      Ovviamente nessuno vi obbliga alle letture degli articoli e dei commenti.
      Se siete qui è perché un certo interesse lo avete.

      • Parla come Mangi
        Rispondi

        Mi spiace ma la censura è stata apllicata in questo sito anche se non adesso e non di certo per esternazioni volgari.
        Forse si è filantropi e non libertari nelle tasche e magari si cerca di dare un poco di visibilità a questo sito.
        Pare che anche gli addetti a questo sito l’abbiamo capito ed è per quello che hanno allentato le maglie della censura.
        Il business è più forte di loro edelle loro idee, c’è niente da fare.

    • Parla come Mangi
      Rispondi

      La ringrazio molto ma comunque è tutto molto gestibile.
      In fondo io porto idee loro portano mercato spacciandosi per benefattori, come se fossero dei filantropi.
      Ed in questo, nella loro macroscopica contraddizione in cui intendono la libertà di guadagnare anche a costo di soggiogare le persone che non sono in grado di distinguere l’oro dal semplice metallo che luccica, che vanno in tilt.
      Infatti il nick name non è caso, ma vuole tirare fuori, non solo qui, la vera essenza delle persone che prolissano usandoli come scudi, su quelli che sono i valori nobili dell’altruismo, ma che in realtà nascondono esclusivamente interessi commerciali e quindi del volgare profitto. Infatti se da tutti queste argomentazioni elimini il denaro, il profitto, tutti quanti si scioglierebbero come neve al sole.
      Quindi ben venga che essi “Parlino come Mangiano”.
      Buona giornata!

  • Rorschach
    Rispondi

    Io devo ancora capire questa storia del “fare cartello” come controargomento alla tesi libertaria. David Friedman ad esempio ne parla nel suo libro: immagina in effetti una situazione anarcocapitalista in cui molte industrie decidono che é meglio guadagnare molto meno accordandosi piuttosto che farsi la guerra nei prezzi. A questo punto in pratica ecco che viene reintrodotto lo stato. Questo in effetti mette in dubbio la stabilitá della soluzione anarcocapitalista, ma non le ragioni, né gli obiettivi di tale modello. É solo un problema di metodo.

    • Parla come Mangi
      Rispondi

      @Rorschach
      Infatti tutte le teorie hanno un senso se nel metodo e quindi nell’applicazione riproducono tutti gli stessi risultati teorizzati.
      Diversamente sarebbe una castroneria.
      La stessa scienza lo ricorda. Il passaggio epocale dall’alchimia alla scienza moderna consiste proprio in questo. La scienza moderna è empirica.
      Quindi rapportato alla realtà mi pare superfluo ed ovvio ricordare che siamo pieni di lobby, cartelli e multinazionali (altra forma di cartello).
      Purtroppo il privato è questo. Del resto tanto per fare un parallelismo con la politica ed i politici di oggi, essi non sono dei marziani approdati dal cielo – per quanto ne sia convinta la generalità delle persone – ma piuttosto rappresentano (anche se taluni paiono essere casi estremi) e ne sono lo specchio della nostra società.
      Solo questa piccola riflessione dovrebbe ricordarti che tra il dire e il fare ci sta di mezzo il mare.

  • Claudio 2
    Rispondi

    Signore e signori è arrivato l’avvocato delle cause perse, dice che insultano il povero “parla come mangi”, e perché ? Perché non la si pensa come loro, LEGGASI “miopia“. E’ vero che si è parlato di escrementi come semplice esempio, non ho notato insulti, diciamo pure un certo discernere colorito si; anzi, solo per il semplice fatto che non la si pensi come loro siamo apostrofati: arroganti, volgari ecc. Dalla discussione la vera arroganza viene proprio da voi che pretendete che le vostre idee siano le migliori in assoluto. Il contraddittorio non viene accettato per il semplice motivo di non essere schierati nelle loro “sane” filosofie ambientali, non passa loro neanche per la minima parte della loro materia grigia che alcuni abbiano un’idea ed altri la pensino in maniera totalmente opposta e, comunque, si possa convivere in pace. In pratica il buon bue che da del cornuto all’asino.
    P.S. molto bella la frase: lascia fare alla natura…. Infatti, è vero che la natura ha fatto tante cose buone ma altrettante meno, vedi terremoti, tsunami, malattie varie, arrangiatevi alla maniera preistorica e se vi ammalate usate l’ecgrafia preistorica o magari la radioterapia sempre preistorica. Se a certe persone piace vivere di preistoria, bene accomodatevi, andate e moltiplicatevi, ma per cortesia non costringete anche gli altri nel vostro vivere mirabolante, sano e piacevole, grazie !

    • Parla come Mangi
      Rispondi

      @ Claudio2
      Guarda che non basta avere delle idee per essere a posto con la coscienza.
      Infatti esistono pessime idee e buone idee.
      Chi decide quali possane essere buone oppure cattive?
      Beh! Ti posso rispondere in due modi:
      1) Tutti sono disposti a chiedere scusa per il passato ma nessuno è mai stato mai disposto a chiederlo per il presente.
      (Spero di essere stato troppo sottile per te)
      2) Una fonte molto più autorevole di te – uno storico – forse avrebbe difficoltà anche lui a rispondere per il presente ma di certo affermerebbe con assoluta certezza che la risposta non la cercherebbe di sicuro dei mercati.
      Chi non ha memoria storica e destinato inevitabilmente a rivivere la storia.

  • Alessia
    Rispondi

    Meglio tardi che mai.sono proprio una leggenda urbana gli OGM…sono molto più “pericolosi” i prodotti biologici paradossalmente..quindi studiate informatevi magari crescete un pochino. Il nostro paese, in Europa, è al primo posto come ignoranza diffusa..la politica ne è satura la società ne è satura.

    • claudio
      Rispondi

      quoto in toto.

    • Parla come Mangi
      Rispondi

      Cerrrrrto come no! Infatti siano ci siamo trasformati da cellule a uomini proprio grazie agli ogm, senza di essi saremmo ancora tali.
      Ha proprio ragione la medicina a dire che le donne sono più sensibili all’alcol.

  • Piero Iannelli
    Rispondi

    MEGLIO UN MORTO IN CASA CHE UN SALVAPIANETA IN GIARDINO!!

    Gli OGM si coltivano da sempre, Il “PANE” OGM ?.. TUTTI..serenamente mangiano..

    … GRANO DURO CRESO Il Cappelli mutato, oggi denominato Creso, rende conto di circa il 90% della pasta venduta in Italia ma gli ambientalisti continuano a nutrirsene e a cambiare argomento della conversazione quando qualche scriteriato come il sottoscritto ne cita le origini.
    In tutto il mondo circolano ormai migliaia di varietà di esteso consumo modificate mediante radiazione gamma.
    Dunque il creso non è un O.rganismo G.eneticamente M.odificato..
    Basta dire (irradiato).. e passa la paura.. :-)

    E basta con questo CATASTROFISMO!
    Mi auguro si faccia piena luce sulla–> “TORTA IN FACCIA”!

    Le teorie sono una bella cosa.
    Diverso è rastrellare 2900 miliardi di euro per queste eco-tarantelline climatiche.

    http://www.blogrisparmio.it/guide/riduzione-emissioni-necessari-2900-miliardi-di-euro-entro-il-2020-per-raggiungere-i-target-ue.html 27/05/2011

    Quindi un indirizzo geo-politico non certo scientifico.
    (RISCALDAMENTO –>SALVIAMO IL PIANETA –>TASSE SULLA CO2)

    la realtà è che dal 1995 non c’è alcun aumento medio significativo della temperatura.

    Infatti molti ecocatastrofisti ritattano per non restare col cerino in mano.

    MSNBC riporta che la M-A-N-C-A-N-Z-A di aumento di temperatura negli ultimi 12 anni ha convinto ambientalista James Lovelock (ipotesi Gaia) che l’allarmismo climatico non era giustificato.
    http://wattsupwiththat.com/2012/04/23/breaking-james-lovelock-back-down-on-climate-alarm/

    James Lovelock pugnala alla schiena Al Gore, si scusa con tutti e si schiera con gli scettici
    http://www.informarexresistere.fr/2012/07/03/james-lovelock-pugnala-alla-schiena-al-gore-si-scusa-con-tutti-e-si-schiera-con-gli-scettici/#ixzz28bgr525W

    Concludo dicendo che non a caso lo stesso Philip Jones, del CLIMATEGATE negli anni 70 parlava di RAFFREDDAMENTO
    http://mauriziomorabito.wordpress.com/2009/12/06/ecco-come-ho-scoperto-il-rapporto-della-cia-del-1974-sul-raffreddamento-globale/

    Le minime variazioni di temperatura sono cicliche e solo pretendendo ipocritamente che continuino per centinaia di anni si può affermare RISCALDAMENTO o raffreddamento.

    Cicliche e dipendenti dal sole, così come osserviamo sui restanti pianeti del sistema solare.

    Stesse oscillazioni di temperatura seguono gli altri pianeti Nettuno, Marte, Giove, Saturno, Nettuno..
    http://fanuessays.blogspot.com/2011/12/10-miti-da-sfatare-sul-riscaldamento.html

    /—————–/

    2900 miliardi di euro drenati dall’economia reale per affossare la nostra economia, a tutto vantaggio di paesi che giustamente se ne infischiano di limitare le emissioni di CO2.

    IMPORTANTE è sapere dove delocalizzare aziende, competenze e capitali.

    Paesi come il Canada, Russia e Giappone si sono rifiutati di prolugare i propri impegni secondo il protocollo di Kyoto.
    http://italian.ruvr.ru/2012_12_26/Il-diluvio-universale-non-si-prevede/

    Augurando a chi resta .. una ecologica DECRESCITA FELICE, fra miseria e fame.

    ..Lo scopo è sempre lo stesso: arricchirsi in maniera smisurata grazie alla panzana galattica della CO2 di origine antropica, mai supportata in 30 anni di menzogne da alcuna prova scientifica incontrovertibile.
    Sarebbe di introdurre nella legislazione mondiale il reato internazionale di “falso climatico” e che qualche governo meno corrotto e più lungimirante cominciasse a prendere provvedimenti verso questi criminali..

    http://www.meteoportaleitalia.it/clima/dibattito-sul-clima/climategate-e-altri-scandali/7548-australia-rovente-subito-attivi-i-terroristi-della-co2-urge-istituire-il-reato-internazionale-di-falso-climatico.html

    • FrancescoPD
      Rispondi

      La CO2 è una immensa risorsa, leggasi alcuni recentissimi brevetti US.
      L’uomo si evolve e con la scienza si sà adattare alle mutate condizioni sia climatiche che economiche.
      Le panzane ecoambientaliste non contemplano questa ipotesi, quindi non associerei di certo gli ecoambientalisti al genere umano….

      • Parla come Mangi
        Rispondi

        Allora fai una bella cosa, riempiti la camera da letto non prima di averla opportunamente fatta stagna e buona notte!
        La CO2 è una risorsa? Senza dubbio, per noi che saremmo sotto la tua finestra il mattino dopo. Immensa? Certamente, solo se venisse apllicata in massa anche agli affini.
        Recriminazioni? Nessuna, in fondo è stato il mercato a volere tutto ciò.
        I prodotti naturali avevano un costo superiore rispetto ai transgenici e oltremodo, a differenza di questi ultimi che permettevano a cani e porci di coltivarli, i primi senza un’esperienza solida risultante da una cultura forgiata da una comunità che convidide appieno uno stile di vita, con tutti gli annessi e conessi che comporta, ebbene garantivano ottimi profitti.
        Quindi prenditela con il tuo mercato.

    • andrea
      Rispondi

      Grande Piero!

      Parla come mangi perchè hai un computer? Vai nella foresta muoviti, la natura ti aspetta…

    • Parla come Mangi
      Rispondi

      @Piero Iannelli
      Fai un po te se non vedi cambiamenti climatici attorno a te a meno che tu passi la tua vita dentro una stanza.
      Visto che ti piace citare solo quello che interessa a te ed hai tempo di cercarti le notizie dimenticandoti che esse non sono altro che quello che acccade fuori dalla tua finestra però viste con gli occhi degli altri.
      Sai com’è, beati gli ultimi se i primi sono onesti.
      Allora dicevo vai sul sito della nasa è guardati le foto dell’Artico (vi sono anche molti articoli e a quanto pare ultimamente anche grossi interessi con un nuovo giocatore – la Cina – anche solo visivamente ti renderai conto che si è ridotto ad un terzo di quello che era negli ’90.
      Tanto perdi ricordarti qualcosa di pratico che ho notato non apprezzate molto (Tommaso??) attualmente sta nevicado a Tel Aviv, da noi è clima primaverile a Gennaio, l’anno scorso abbiamo raggiunto punte di -21, le alluvioni si susseguono ad intervallo molto più ristretti rispetto al passato etc..
      Mai sentito parlare che la diretta conseguenza dell’nnalzamento della temperatura ha portato ad una intensa evaporazione con la conseguenza primaria (tralascio le altre conseguenze poichè essere prolisso come hai fatto tu non garantisce una maggiore probalità di successo come credi tu, soprattutto quando poi è priva di riflessioni, non offre spunti ma nel contempo è molto ricca di citazioni altrui, chiaramente fatte proprie) della estremizzazione delle condizioni climatiche generali che se tradotte in un grafico mi pare superfluo ricordare che tipo di trend evidenzino.

  • Marco
    Rispondi

    Dò una notizia ad eventuali militanti anti-ogm che stanno leggendo: in pratica tutti i frutti che mangiamo ogno giorno sono OGM, in quanto il loro patrimonio genetico è stato modificato da migliaia di anni e viene ancora modificato facendo incrociare varietà diverse fra loro. L’unica differenza è che oggi si può fare in laboratorio, sapendo con precisione quali geni nuovi si inseriscono e che effetti hanno, il che rende la procedura molto più sicura. Inoltre è ampiamente dimostrato che una pianta il cui patrimonio genetico è stato modificato in laboratorio non è per nulla meno “stabile” degli OGM “naturali”(che sono, lo ripeto, OGM a tutti gli effetti), dire il contrario sarebbe come affermare che un bambino nato con la tecnica della fecondazione in vitro sia minorato rispetto a chi nasce a seguito di un rapporto sessuale, il che è una palese stupidaggine.
    Purtroppo il mondo contiene ancora troppi residui di luddismo.

    • Parla come Mangi
      Rispondi

      Guarda che stai confondendo quello che fa la natura e che ha sempre fatto e che sempre farà che si chiama EVOLUZIONE con il modificare organismi di qualsiasi sorta in laboratorio. Mi pare che noi siamo il frutto di questa evoluzione. Non a caso non siamo nati così come siamo, non eravamo essere completi ma difettosi e successivamente la natura a posto rimedio al suo errore modoficandoci. Siamo l’evoluzione da cellula a home sapiens con tutto il seguito di qualsiasi forma di vita.
      Invece l’uomo può solo andare in laboratorio a modificare – come giustamente hai detto e non apporta nessun contributo.
      Non a caso la natura non ha bisogno di organismi geneticamente modificati per continuare a perpetuare la sua evoluzione.
      Vedi un po te!

      • Claudio
        Rispondi

        se parli come mangi ,mangi molto male, visto che stai a di una montagna di caxxate e probabilmente lo sai ,ed é per questi che non hai nemmeno il coraggio di firmati con il tuo nome

        • Parla come Mangi
          Rispondi

          @Cladio
          Consiglio anche a te un buon dizionario il mio nick non è Parlo come Mangio ma è piuttosto un invito a spogliarsi delle vesti del perbenismo di facciata.
          Infatti educatamente ti dico: PARLA COME MANGI.

      • Giorgio Fidenato
        Rispondi

        Tu mangi le fragole? Lo sai che la fragola che mangi ha un corredo cromosomico 6n grazie alla manipolazione della fragola naturale con la colchicina che ha permesso di triplicare il suo corredo cormosomico? Lo sai che il triticale è una piante che deriva dalla fecondazione tra una pianta di frumento e segale, e quindi nella sua cellula hai mescolato il patrimonio genetico di un frumento e di una segala? E che mi dici del mulo e del bardotto? In questo caso abbiamo messo insieme al patrimonio genetico di due specie distinte. Sono migliaia di anni che si fanno queste cose e nessuno si è scandalizzato. E poi voi che siete darviniani, lo sapete che il 40% dei geni di tutti gli essere viventi sono uguali, siano essi animali o piante? Qual è la grande visione della natura? Il caso: se un gene non c’è in una pianta è per puro caso, poteva esserci, ma non lo è. Il guaio è che gli ambientalisti sono naturo-centrici, odiano l’uomo, sono dei misantropi patentati. Sono dei pagani, nel senso peggiore del termine. Quindi se l’uomo ha capito il meccanismo dei geni ed è stato bravo ad utilizzarli per i propri scopi è meglio della natura. In fin dei conti anche l’uomo che inserisce geni in una cellula si muove sempre nell’ambito della natura, perché usa geni naturali che il solo caso non li ha fatti incontrare. Quindi chi è contro la natura sono proprio questi ambientalisti da strapazzo che dicono delle sonore castronerie in termini scientifici!!!!!

        • Parla come Mangi
          Rispondi

          @Giorgio Fidenato
          Ti consiglio un buon dizionario, magari Oli & Devoto per comprendere la differenza e lo ripeto per l’ennesima volta (mi spiace anche fare didattica) tra EVOLUZIONE e MANIPOLAZIONE.
          La manipolazione, come acezione del termine, modifica il pre-esistente, La natura è tale, infatti come inconsapevolmente ribadisci, “l’uomo ha capito il meccanismo dei geni ed è stato bravo ad utilizzarli per i propri scopi”. Quindi non è superiore alla natura, infatti anche in questo caso a seguito dell’evoluzione della natura è stato creato in una fase successiva.
          Quello che tu chiami caso, in fisica ad esempio e ti consiglio di leggerti qualcosa in merito, viene definito disordine ed è stato dimostrato matematicamente che è anch’esso un ordine.
          Anche in questo caso lo stesso Plank con la sua teoria dei quanti ha dimostrato che l’ordine e tendentenziale al disordine e viceversa.
          Apri una finestra e guarda il cielo, quello che a te sembra un ammasso di stelle senza alcuna regola è semplicemente lo specchio della tua incapacità (da agronomo) di comprendere senza riuscire a superare la gabbia mentale dell’ordine.
          Il disordine che hai nella tua mente non cercarlo anche nella natura, perchè a quel punto stai solo cercando di dimostrare che lei è peggio di te e nulla più.
          Praticamente cose da bar dello sport.
          P.S. Non ho compreso il nesso tra il mulo e il bardotto. Forse te li mangi per caso. Se si allora si spiegherebbero molte cose.

          • FrancescoPD

            @parla come mangi
            anche i talebani si sentono dalla parte del giusto, unti da allah e depositari del sapere.
            Ma guarda caso tutta questa convinzione devono farla rispettare con la forza e non con la ragione, non importa che questa forza bruta venga esercitata a suon di bombe o a suon di sermoni da blog, importante sovrastare l’altrui pensiero anche senza portare alcun contributo scientifico a sostegno del proprio sia pure legittimo, ma assurdo pensiero.
            Non importa se questa invadenza senza fondamento alcuno vada a scontrarsi con gli altri limitandone la libertà di pensiero e di scelta, ma soprattutto in situazioni dove dei passati compagni di viaggio come Mark Lynas con la ragione scelgono di progredire intellettualmente (solo gli idioti di fronte all’evidenza non cambiano idea), soprattutto in questi casi bisogna contrastare con tutte le armi a disposizione.
            @parla come mangi, quand’è che emette una fatua contro l’infedele Mark Lynas, e non ritorna a deliziarci delle teorie che è il sole a girare intorno alla terra? Buon ritorno al medioevo.

          • Giorgio Fidenato

            @Parla come mangi. Forse non sai cos’è il mulo o un bardotto. Ci sono due specie distinte, asino e cavallo, i cui interi patrimoni genetici (non uno o più gene come nel caso degli OGM) che si mescolano. Dovreste gridare allo scandalo voi ambientalisti, tutori della natura immutata e immutabile!!!!
            Non sei convincente nemmeno con la teoria di Plank. Anche inserire un gene va a finire nell’ordine della azione del DNA in una cellula e la fa lavorare per produrre una data proteina. Come succede con i batteri o con i virus che si inseriscono nella catena del dna dell’ospite e la fa lavorare secondo le sue informazioni. L’ordine di cui tu parli si ricrea in un’altro senso. Anche in natura c’è il batterio agrobacterium tumefaciens che entra nella catena del DNA dell’ospite che infetta e ne provoca i tumori (tanto che nei primi OGM veniva usato come vettore del gene che volevano introdurre). E che dire delle persone diabetiche, alcune delle quali non hanno il gene per produrre l’insulina? Anche in questo caso gli manca un gene, ma è un caso perché la maggior parte degli esseri viventi lo ha. O delle persone che nascono con malformazioni perché certi geni non ci sono o sono carenti. O degli uomini con la trisomia del gene 21 che porta alla sindrome di down? Per caso hanno un intero cromosoma in più. Questo è il caso a cui mi riferisco, come nella teoria dell’evoluzione di Darwin è stato il caso, cioè la spontanea formazione di geni che ha portato alla formazione delle varie specie . Quindi il mais poteva trovarsi nella linea di evoluzione del bacillus thuringensis e avrebbe potuto contenere il gene che oggi viene inserito con la tecnica dell’ingegneria genetica. E’ un caso e solo un caso e non c’è niente di fisicamente trascendente come tu e gli adoratori della dea Gaia volete far apparire. La verità è che giocate, come tutti i millenaristi di tutte le epoche, sulla paura e sulla cattiveria degli esseri umani per imporre le vostre idee agli altri. Siete sempre gli stessi: imporre coercitivamente le vostre visioni del mondo e della vita perché siete il male che esiste su questa terra. Siete persone malvagie che in nome di non ben definiti principi di precauzione avete rifatto morire milioni di persone di malaria perché spaventate la gente con la bufala del DDT che è cancerogeno. Si può ben dire: potere verde, morte nera.

      • Marco
        Rispondi

        Mi sa che non hai capito. Io non stavo paragonando ciò che fa la natura con ciò che fa l’uomo, ma ciò che ha fatto l’uomo per migliaia di anni e ciò che può fare oggi con le moderne tecnologie: il metodo è diverso, ma il risultato è lo stesso, anzi, migliore perchè i nuovi metodi sono più controllabili dei precedenti. Se tu sei contrario a qualunque intervento umano sulla natura, e una tua libera scelta, ma non puoi imporla agli altri e, comunque, ti ricordo che ogni innovazione tecnologica comporta un’intervento dell’uomo che, sfruttando le leggi della fisica, modifica qualcosa per renderlo più adatto ai suoi scopi, e ciò vale persino per l’invenzione dei computer e di Internet.
        In conclusione, se tu pensi che la “Natura” sia un’ente cosciente che decide cosa creare e cosa distruggere e che l’uomo non debba intervenire su di essa, anche se i vantaggi di tali interventi sono il più delle volte migliorativi della condizione umana, non sei diverso dai talebani che impediscono a chi vuole dipingere di farlo perchè è un’offesa al loro Dio. Io sono ateo e non voglio che tu mi imponga la tua religione.

        P.S. dunque tu pensi che un bambino nato con la tecnica della fecondazione artificiale sia un’aberrazione della natura? Complimenti per l’apertura mentale, al tuo confronto Torquemada era come Giordano Bruno.

        • Parla come Mangi
          Rispondi

          Abbi pazienza, ma abbiamo una visione di futuro molto distante.
          A parte che la natura è anche mia e non solo tua e con tale integrità vorrei trasmetterla ai posteri i quali sicuramente ci chiederebbero per quale motivo l’abbiamo modificata dato che essa ha funzionato e funzionerà per altri milioni e milioni di anni.
          Il futuro è inteso come percorso atto giungere alla completa indipendenza da quelle che sono le incombenze vitali, per rendere la vita molto più simile ad una vera vita piuttosto che a una sopravvivenza.
          Il tuo futuro invece consiste nel perpetuare ancora quello che è questo schifo di società cercando nelle pieghe della libertà una legittimazione morale (quindi funzionale al sistema) per fare danaro.
          Tanto per farla breve ed usando un parallelismo odierno, mi sembri coloro che si spacciano per riformisti ma che in realtà puzzano maledettamente di vecchio che non vuol morire mai.
          Converrai che la differenza non è mica tanto sottile.
          Per ciò che concerne i talebani senza entrare nel merito e con estremo distacco (che è sempre il modo migliore per avvicinarsi alla realtà oggettiva) ebbene, mi pare che costoro siano nella realtà un popolo che, prima i russi hanno cercato di piegare ed ora i pro-nipoti dei galeotti ed avventurieri seppur abituati a sterminare le popolazioni autoctone, anche in questo caso (casualmente chiaramente) in nome del progresso si ritireranno disonoratamente.
          Domanda: ma allora non è uno sparuto gruppo di selvaggi? Ma allora è tutto un popolo (ripeto senza entrare nel merito) che vuole vivere da talebano. Quindi mi fa specie che un libertario usi in modo dispregiativo il nome di un popolo (ripeto senza entrare nel merito) che rivendita niente di più quello che è tra i fondamentali di un libertario, sancito dalle nazioni unite e dalla stessa europa, cioè L’AUTODETERMINAZIONE DEI POPOLI.
          Molto strano o si è libertari a giorni alterni oppure come penso io lo si è per convenienza.

          • Giorgio Fidenato

            Leggiti cosa dice il libertario Ron Paul delle guerre degli Stati Uniti e vedi invece cosa fa il negro Obama!!!!

  • Parla come Mangi
    Rispondi

    @Giorgio Fidenato
    Ripeto per l’ennesima volta di non usare spudoratamente la neo-lingua molto in voga ultimamente a tutti i livelli.
    Evoluzione non significa manipolazione.
    Alla fine del sermone pescando qua e la per avvalorare le tue tesi, perché di questo si tratta, arrivi alla conclusione CHE E’ solo un caso che la natura non abbia fatto questo o quell’altro.
    Altra uso di neo-lingua. Non è un caso ma semplicemente non sai spiegare il perché di tutto ciò.
    La scienza ricorda come ho scritto è empirica, può solo a seguito dell’osservazione spiegare i meccanismi che far si al verificarsi di eventi, ma in nessun modo può spiegarne il perché detto evento debba verificarsi ed il fine.
    Perché se io ragionassi come te allora potrei risponderti che quello che dici non esiste, la scienza infatti risolve i tuoi pensieri come dei velocissimi processi chimici supportati da onde elettromagnetiche che si ingenerano nel cervello.
    Quindi come fai ad essere sicuro di non essere solo la casualità, come la chiami tu, dell’interazione tra sostanze chimiche stimolate elettricamente?
    Sei sicuro che un albero quando cade nella foresta emetta un tonfo? Oppure non è solo la casualità della natura che ci ha fornito di orecchio sensibili a determinate frequenze che ci creano l’illusione del suono?
    Quindi il suono non esiste in natura…e potrei andare avanti all’infinito così come per i colori che percepiamo, per l’olfatto etc…
    Questo è il limite della scienza, spiegare un meccanismo anche nei minimi particolari senza riuscire a dare una risposta sulle motivazioni che esso si realizzasse.
    Non a caso conosciamo tutto l’universo intero, dalle particelle sub-atomiche agli oggetti più lontani e pieni di energia che sono i quasar, eppure tutto ciò non ci è sufficiente a dare la risposta delle risposte, ovvero perché tutto questo.
    Poi uno può essere ateo o meno come scrive Marco, sono forme relativiste per darsi la risposta della risposte. La prima è la negazione è cerca nella vita quotidiana spesso sconfinando nel feticismo un senso che diversamente non avrebbe, l’altra confida nella scelta giusta terrena per ipotecarsi un posto migliore che dovrà venire, garantendone la riuscita a patto che si creda ciecamente senza per altro si abbia possibilità alcuna di poter verificare codesta tesi.
    Anche il popolo più primitivo, seppur con i suoi limiti intellettuali, si è sempre posto la stessa domanda a lungo andare ed è praticamente quella a cui tu non sai rispondere e la scienza è un limite per ciò.
    La natura è anche la mia e se il tuo stile di vita, se così vogliamo chiamarlo, anche se il motivo principale sono i soldi che si potrebbero guadagnare con un uso diffuso del transgenico (non dimentichiamolo) poiché tolti i soldi a nessuno fregherebbe nulla del transgenico.
    Questa è l’incongruenza che vi rende molto più simili ad una lobby emergente, usate i fondamentali dei libertari come mezzo per raggiungere i vostri interessi.
    Mi spiace ma credere che il danaro posso far nascere nobili propositi significa proprio aver capito nulla a meno che non si sia in malafede.

    • Giorgio Fidenato
      Rispondi

      Posso convenire con te sulla spiegazione filosofica ultima dei fenomeni. Per questo c’è la religione che da le risposte, la fede per chi crede. Altri si rifiutano di dare spiegazioni ultime e si fermano un passo prima e si limitano a vivere la vita terrena, senza farsi le domande ultime. Posto questo, passiamo agli OGM. Io non mi pongo le domande ultime, ovvero le lascio alla coscienza di ognuno di noi. Se il mais non ha in se stesso il gene del bacillus thuringesis per caso o per un disegno divino, io non lo so. Mi pare che sei troppo determinista. Allora non dovresti ammettere nemmeno le cure. Se ti viene un occlusione arterica che ti provoca un infarto, non devi darti da fare per tirare via il grumo che ostruisce. Non si sa se dietro c’è un disegno divino o un caso. Queste due filosofie si sono sempre scontrate nella storia dell’umanità. Un po com il romanzo di Mastro Don Gesualdo: è inutile darsi tanto da fare, tanto la tua vita è già segnata. Bene io non appartengo a questo genere di persone. Non sono un fatalista, non credo all’apparizione delle madonne, anche se un certo sentimento religioso-cristiano lo approvo. Detto questo, non tutta la tua natura ti appartiene. Un po è anche mia, ma non in comunione con te o con gli altri. Un po’ è mia e basta e la uso come meglio crede. Ecco qui sta la rande differenza tra noi libertari e gli ambientalisti fondamentalisti come te: voi continuate a dire che la natura è di tutti, è collettiva e quindi vi arrogate il diritto di venire ad interferire anche nelle nostre vite di quelli che non la pensano come voi. Noi sosteniamo che la proprietà è privata e quindi abbiamo il sacrosanto diritto di escludere chi non ci aggrada. E se un pezzo di natura è mia e soltanto mia io faccio gli OGm. Non ti piacciono: padrone di pensarla come vuoi, fai a meno di acquistarla.
      Poi se tu frequenti questo sito, dovresti capire che il concetto di denaro per i libertari ha tutto un particolare significato. Sono le persone come voi che sono ossessionati dalla redistribuzione, dalla solidarietà, dalle tasse, dal prendere le risorse con la coercizione da chi ha di più per darlo a chi ha dimeno (dove avervene tenuta una buona parte nelle vostre saccocce. Se un’ossessione abbiamo, quella è per la libertà intesa come assenza di non coercizione non intesa come libertà di drogarsi, di sposarsi fra omosessuali. Il denaro per noi deve essere l’espressione del compenso per il servizio che hai reso agli individui che hanno scelto di scambiare con te prodotti e servizi, non uno strumento di appropriazione delle fatiche e delle capacità altrui.

  • claudio
    Rispondi

    avevamo dio in terra e non lo sapevamo… padre perdonali perchè non sanno quel che dicono..e compratevi sto devoto & oli altrimenti il saputello lì non la smette più di dispensare perle saggezza,d’altronde se l’itaglia è al baratro ed i cervelli in fuga quelli che restano si devono pur far notare in qualche modo..

    • Parla come Mangi
      Rispondi

      @claudio
      …La necessita’ di parlare, l’imbarazzo di non aver nulla da dire e la brama di mostrarsi persone di spirito sono tre cose capaci di rendere ridicolo anche l’uomo piu’ grande…
      (Voltaire)
      Erano già conosciuti anche a lui quelli come te, ecco spiegato perchè ti serve molto ma molto leggere nella speranza che il tutto mentre transita sia incentivato a fermarsi, inoltre anche per non ricadere negli stessi errori di cui la soria è la nostra memoria.

      Passo e chiudo!

  • claudio2
    Rispondi

    Può sembrare una sciocchezza ma non lo è, quindi mi sembra giusto chiarire chi siano i talebani.
    I talebani non sono afghani ma pakistani e quindi non combattono per liberare la loro patria dai russi o dagli americani. Afghano era il comandante Massud che ha combattuto si contro i russi quali invasori, ma anche i talebani, altrettanto invasori ed usurpatori come i russi. Massud ha collaborato con gli USA proprio per liberare la sua di patria e dai talebani è stato vilmente assassinato dai teocrati barboni.
    Pertanto i talebani non sono altro che coloro che vogliono imporre la loro teologia ad altri con la violenza e non degli idealistici partigiani come qualcuno crede. Quindi con il termine di talebano, metaforicamente parlando, calzi perfettamente con certi ambientalisti !

    • Parla come Mangi
      Rispondi

      @claudio2
      Prima di scrivere castronerie almeno abbi la forza di abbattere la tua pigrizia consultanto la prima cosa che ti viene in mente quando non sai assolutamente nulla su di un argomento:
      Il termine talebani o talibani (in pashto e in farsi: طالبان, ṭālibān, pronunciato ṭālebān, plurale di ṭālib, ossia “studenti/studente”), indica gli studenti delle scuole coraniche (incaricati della prima alfabetizzazione, basata su testi sacri islamici). Sono diventati famosi sugli organi di comunicazione di massa, che usa a torto questo termine per indicare la popolazione fondamentalista presente in Afghanistan e nel confinante Pakistan.
      Sviluppatisi come movimento politico e militare per la difesa dell’Afghanistan nella guerriglia successiva al crollo del regime sovietico, i talebani sono noti per essersi fatti portatori dell’ideale politico-religioso che vorrebbe recuperare tutto il portato culturale, sociale, giuridico ed economico dell’Islam per costituire un Emirato.
      Dopo una sanguinosa guerra civile che li ha visti prevalere su Tagiki ed Uzbeki, essi hanno governato su gran parte dell’Afghanistan (escluse le regioni più a occidente e a settentrione) dal 1996 al 2001, ricevendo un riconoscimento diplomatico solo da parte di tre nazioni: Emirati Arabi Uniti, Pakistan e Arabia Saudita.
      I membri più influenti, tra cui il Mullah Mohammed Omar, capo religioso del movimento, erano ulema (studiosi religiosi islamici). Ostili ad adattare la loro patria alle società più moderne del pianeta, essi respinsero ogni tentativo di interpretazione che non fosse inquadrato nella più conservatrice tradizione spirituale e culturale del pensiero islamico, adottando un atteggiamento repressivo nei confronti degli oppositori.
      fonte:Wikipedia

      Non sono qui per fare didattica.

  • Flavio
    Rispondi

    Nel lontano 2000 usai gli stessi ultimi due argomenti (maggior precisione nelle mutazioni, migrazione dei geni tramite i virus), davanti ad una platea di inferociti ambientalisti che volevano organizzare una manifestazione di protesta in occasione della prima fiera genovese delle biotecnologie (http://goo.gl/TdL0g). Fui guardato in cagnesco da tutti i presenti ad esclusione di qualche amico venuto per l’occasione, ma l’oratore principale, un microbiologo, ammise di non aver pensato a questi aspetti, nel maturare la sua posizione di opposizione. Ecco la potenza del pregiudizio. Bene per Mark Lynas, non è mai troppo tardi. Forse l’aver scoperto la scienza, ora lo fa più serio di chi pretende di averla.

    • Parla come Mangi
      Rispondi

      @Flavio
      Questo è molto più interessante e sicuramente lo conoscerai.
      Perchè non lo menzioni?
      “Sei gradi che possono cambiare il mondo” di Mark Lynas.

  • Marco
    Rispondi

    Dimenticavo di citare che tanti farmaci e/o vaccini vengono sviluppati con la tecnica del DNA ricombinante e ciò non ha mai creato problemi, così come non hanno mai creato problemi alla salute i cibi OGM, di cui sono state consumate ormai miliardi di porzioni in tutto il mondo. Intervenire sulla natura per modificarla al fine di difenderci da quelle che sono le sue indubbie insidie (da un terremoto a una malattia o anche solo tagliare qualche albero per creare una strada decente laddove non c’era) è doveroso, purchè non si superi quel limite oltre il quale gli svantaggi di quell’intervento superino i vantaggi, e certo non è il caso, per quel che se ne sa, degli OGM.

    • Parla come Mangi
      Rispondi

      @Marco
      Perfettamente d’accordo ed anche ovvio, ma tu stesso ammetti un dubbio alla fine del tuo scritto ed è proprio quello il problema.
      Non si sa ancora veramente tutto sugli effetti degli ogm perchè bisognerebbe attendere gli effetti sulle popolazione e sull’impatto ambientale ancora per diversi decenni.
      Questo è il punto. La sperimentazione non sta avvendo in laboratorio ma bensì sulla popolazione mondiale intera.
      Se vogliamo guardare a qualche effetto anche se viene oggettivamente difficile imputarlo al tipo di alimentazione altamente pervasa di ogm, si potrebbe guardare agli effetti sulla popolazione usa che è tra le più grandi consumatrici di ogm e mi pare che non siano proprio messi bene come salute.
      Il 17% del loro prodotto interno lordo viene speso in assistenza sanitaria nonostante ( a parte i fanatici del libero mercato che mettono sotto il tappeto questi dati) ad esempio in italia la spesa per l’assistenza medica sia pubblica essa risulta (dati 2012) inferiore al 8,5%.
      Quindi non è il caso di asserire in questo caso che i costi superano i benefici, ammesso e concesso che di benefici si debba parlare?

  • Parla come Mangi
    Rispondi

    @Giorgio Fidenato
    Mi viene da sorridere. Guarda che se Obama fosse stato veramente NEGRO a quest’ora sarebbe sotto due metri di terra ( vedi M.L.King) oppure come il trattamento che riservano ai bianchi NEGRI (vedi J.F.Kennedy) come di solito fanno in quel paese a chi osa alzare la china.
    E’ l’eterna lotta che da millenni, cioè da quanto esiste l’uomo, che i più combattono contro una minoranza di propri simili per non essere soggiogati con dei mezzi leciti ma con fini scorretti.

  • Parla come Mangi
    Rispondi

    @Giorgio Fidenato
    Certo che la natura è anche tua ma non può essere spacchettata, divisa equamente o nel tuo modo (con la regola mercantile) senza inevitabilmente snaturarla. Una natura integra è completamente diversa da quella fatta a pacchetti distribuita. Inevitabilmente non esisterebbe più. Essa non può essere considerata come una merce per il semplice motivo che è un BENE COMUNE. Che piaccia o no ( ed infatti io non me lo chiedo) ma su questo pianeta è così.
    Ti faccio un piccolo esempio: chi abita in un condominio o in una casa multi-famigliare deve sottostare e rispettare- pur fatta salva la libertà individuale e la proprietà – le regole accettate e deliberate dagli inquilini e/o dai proprietari, la proprietà risultante essere quella comune. Cioè l’eventuale giardino, i cortili e tutte quelle infrastrutture che possono rientrare nella proprietà o nell’uso in comune.
    Questa proprietà comune se viene danneggiata o resa inibita all’uso, fa si che gli inquilini e/o proprietari intraprendano un’azione riparatrice ed eventualmente anche risarcitoria.
    Ora si tratta di estendere questo senso comune e di applicarlo oltre il nostro naso, oltre la nostra proprietà sortita da rogito notarile ed estenderla a tutto il nostro habitat.
    Mi pare una cosa talmente ovvia che si sperimenta quotidianamente che non dovremmo neanche perdere tempo a parlarne.
    La proprietà, quella che intendi tu non è quella di pensiero ma è invece quella di possedere (feticismo?) e quindi come fai arrogarti il diritto di possedere l’aria, il cielo oppure perché non vendi la luna? Come fai a dire che possiedi queste cose volutamente ignorando il prossimo?
    Ti ricordo che la natura non è ne mia e ne tua ma è dei nostri figli che verranno se l’avremmo lasciata pulita e intatta, diversamente ci malediranno.

  • Claudio 2
    Rispondi

    Saccente “parla come mangi”, dopo il tuo panegirico voluto per dimostrare quanta sapienza è insita nel tuo cervello acculturato, in pratica hai confermato quello che ho detto: 1- I talebani sono di origine pakistana, ovvio che al confine con l’Afghanistan possano essere anche mischiati con tale etnia. USO TUE PAROLE: “Sviluppatisi come movimento politico e militare per la difesa dell’Afghanistan nella guerriglia successiva al crollo del regime sovietico, i talebani sono noti per essersi fatti portatori dell’ideale politico-religioso” -> INDI E PER CUI significa che si sono formati dopo la caduta dell’URSS e quindi NON hanno combattuto contro i russi, cosa che invece hai detto tu.Tralasciando il tuo successivo excursus filosofico, la morale è quella che avevo detto. Non sei qui per fare didattica, mah, forse si, ma il professorino saccente e spocchioso si.

  • Parla come Mangi
    Rispondi

    Apostolo “Claudio2” ma qui siamo all’italiano di base!
    Fonte wikipedia: ..Sono diventati famosi sugli organi di comunicazione di massa, che usa a torto questo termine per indicare (I TALEBANI!!!) la popolazione fondamentalista PRESENTE IN AFGHANISTAN E NEL CONFINANTE PAKISTAN…
    Ma i russi chi li ha combattuti?Gli afghani o chi??? Era tutta la polazione con tutte le sue etnie (perchè è così formato codesto popolo con i fondamentalisti disseminati tra tutte le etnie) ed ognuna ha una propria indidendenza. Proprio a seguito di tutto ciò si sviluppo e concretizzò in partito politico con la conseguente loro ascesa al potere che grosso modo coincise con la caduta del U.R.S.S.
    Infatti quando l’Afghanistan venne invaso dagli americani, essi erano al potere.Era il partito politico fondamentalista che si rifaceva hai dettami dei Corano.
    MY GOD!

  • Adams
    Rispondi

    A tutti gli anti-ogm (per moda) del mondo: per curiosità, mangiate mai la pastasciutta? Se la risposta è sì, come credo, allora sappiate che è da una vita che vi imbottite di ogm a vostra insaputa.
    infatti gran parte della pasta prodotta nel mondo è fatta con la farina del grano cosiddetto “Creso”, una varietà derivata dal grano “Cappelli” e “geneticamente modificata” (orrore e raccapriccio!) grazie all’esposizione ai raggi X per rendere le sementi più redditizie e più resistenti agli agenti atmosferici.

    se volete saperne di più: http://it.wikipedia.org/wiki/Creso_%28agronomia%29

    il grano Creso non è mai stato classificato come ogm, visto che fu creato nel 1974 e all’epoca la diatriba pro o contro ogm non era ancora nata, ma di fatto lo è, e da quasi 40 anni lo consumiamo regolarmente.
    e ora che fate? abolite la pastasciutta dal vostro menù? fate pure…
    e ora scusatemi, ma devo andare: l’acqua bolle e gli spaghetti mi aspettano.
    Buon appetito!

  • guido
    Rispondi

    gli ogm fanno male all’uomo e all’animale che se ne ciba (modificano il colore e volume degli organi, diminuiscono la fertilità), danneggiano la biodiversità creando specie infestanti resistenti agli antiparassitari (polline di specie ogm che si innesta su altre specie di piante, trasportato dal vento e dagli insetti), fanno aumentare l’impiego degli erbicidi (poichè gli insetti acquisiscono farmacoresistenza), gli erbicidi utilizzati sui semi ogm rendono sterile il terreno, creano nel seme mutato delle nuove proteine sconosciute (poichè una delle tecniche di modificazione innesta a caso il segmento mutato nella catena di dna) . per la gente che vuole informarsi, consiglio il libro di marie monique robin “il mondo secondo monsanto”, giusto per avere un’infarinatura sulla materia.

  • Ale
    Rispondi

    Chissà quanto gli hanno offerto le multinazionali per vendersi !

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search