In Economia

BitcoinLETTI PER VOI

Nuovi record per i bitcoin (btc). Oggi la valuta virtuale sulla piattaforma Mt.gox ha toccato un nuovo massimo storico in quota 675 dollari. L´avanzata della moneta creata dal collettivo conosciuto come Satoshi Nakamoto sembra inarrestabile: nel 2013 le quotazioni sono salite di oltre 30 volte mentre negli ultimi due anni l´incremento è superiore alle 50 volte.Nonostante la recente chiusura di “Silk Road” (un amazon dove acquistare droga, armi e documenti contraffatti tramite btc) per alcuni avrebbe potuto decretare la fine del conio virtuale, la moneta negli ultimi mesi ha registrato un vero e proprio boom grazie al crescente interesse  in Stati Uniti e Cina, con quest´ultima diventata in breve tempo il primo mercato per la valuta virtuale.

Il poderoso rally degli ultimi giorni (+28% rispetto a ieri) è invece attribuibile al possibile via libera da parte delle autorità statunitensi. A breve al Senato inizierà l´audizione di rappresentanti del Ministero della giustizia e della Sec (Securities and exchange commission) che si esprimeranno sull´utilizzo della moneta digitale.

Gli operatori scommettono che entrambi forniranno parere favorevole e che la legittimità istituzionale favorirà la fiducia nei btc. “Il governo sta avendo un approccio molto riflessivo ed equilibrato nei confronti dei bitcoin”, ha detto Barry Silbert, fondatore del Bitcoin Investment Trust che, lanciato a fine settembre, detiene circa 53 mila btc.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

In una lettera inviata a settembre al Comitato del Senato per la Sicurezza nazionale e gli affari governativi, il governatore della Federal Reserve, Ben Bernanke, ha rilevato che le valute virtuali “sono promettenti nel lungo termine” e potrebbero favorire “sistemi di pagamento più veloci, sicuri ed efficienti”.

Nata nel 2008, la valuta virtuale non dispone di un ente centrale e il ritmo con cui vengono realizzate nuove monete è prestabilito da una serie geometrica quadriennale (i btc in circolazione hanno da poco superato la soglia dei 12 milioni). Le transazioni tramite btc non sono tracciabili e secondo la Federal Reserve Bank di Chicago ne avvengono in media 30 al minuto.

“Se James Bond, Sergey Brin e Paul Volcker si fossero uniti per disegnare la loro valuta ideale, sarebbe stata molto simile ai Bitcoin”, si legge in un report preparato da Nicholas Colas, analista di ConvergEx Group.
Fonte: Finanza.com

Post suggeriti
Mostrati 17 commenti
  • Gran Pollo
    Rispondi

    Eppure non mi fido. Di solito crescite a razzo come questa sono i segnali che una bolla si gonfia e poi scoppia. E se le cifre sono di quest’ordine la deflagrazione potrebbe essere di quelle toste.

    • luca
      Rispondi

      E’ proprio la deflagrazione che stiamo aspettando per comprarlo

    • Rivo Cortonesi
      Rispondi

      Ci sta. Come in tutti gli scambi. Ma su di una a cosa sono sicuro: il potere di acquisto sarà comunque sempre meglio salvaguardato da risparmi in Bitcoin piuttosto che da risparmi in altre valute.

  • l'indipendente
    Rispondi

    Gran Pollo
    …dipende dai fondamentali che la sostengono

  • Pedante
    Rispondi

    Quindi Bernanke avrebbe un debole per i tulipani. Buono a sapersi.

  • Bettino
    Rispondi

    @Pedante Interessante.. forse hai assicurato il tuo denaro fiat? Credi che “esista”?

    • luca
      Rispondi

      1% dei tui risparmi puoi investirli in bitcoin appena scnedono compra tanto se perdi tutto l’1% non è la fine del mondo

  • Liberty Defined
    Rispondi

    Purtroppo credo i bitcoin abbiano i giorni contati, quando arriva lo stato finisce tutto. Metteranno regole e tasse, l’unica cosa che sanno fare quei maledetti…

  • Pedante
    Rispondi

    @ Bettino:
    Non credo che il denaro fiat sparisca in breve tempo. E, come dice Gran Pollo, rialzi esponenziali indicano una mania nella fase finale.

  • pippo pg
    Rispondi

    Il presidente Obama ha evitato il fallimento degli USA stampando dollari a getto continuo ma non è detto che potrà farlo ancora per molto. Il bit coin gli potrebbe servire per continuare su questa strada e se questo fosse vero allora sarebbe una mezza vittoria dico mezza perchè comunque in un ipotetico scenario in cui il governo federale si mettesse a fare mining lo farebbe con risorse che provengono comunque dalle tasse e quindi in un certo senzo si passerebbe dal divieto di stampare denaro per soggetti diversi dalla fed ad una situazione in cui tutti possono emettere moneta ma vi è comunque un soggetto privilegiato rispetto a tutti gli altri in virtù del fatto che le risorse necessarie all’emissione di moneta vengono ottenute in maniera forsosa dalle tasse.
    E’ uno scenario piuttosto fantascientifico ma da qualche tempo la fantascienza stà diventando realtà ( e non è divertente come quella dei film).
    Un altra possibilità è che stiano contribuendo a montare il più possibile la bolla del bit coin in attesa che scoppi e che la gente presa dal panico e disillusa gli vada a chiedergli una montagna di cari vecchi dollari che loro stamperanno senza farsi pregare troppo.

  • Gran Pollo
    Rispondi

    @pippo pg:
    “Un altra possibilità è che stiano contribuendo a montare il più possibile la bolla del bit coin in attesa che scoppi e che la gente presa dal panico e disillusa gli vada a chiedergli una montagna di cari vecchi dollari che loro stamperanno senza farsi pregare troppo”

    Mah non so. La maggior parte della “gente” la fuori non sa che cosa sia il bitcoin.

  • Fabrizio Fv
    Rispondi

    C’è già stata una bolla nell’aprile 2013, è scoppiata (-75% circa in qualche giorno), poi il valore si è appiattito e adesso è circa il TRIPLO DEL MASSIMO della prima bolla …….. quindi non era una bolla.

    Con le azioni Tiscali (ad esempio) abbiamo visto tutta un’altra cosa.

  • Liberty Defined
    Rispondi

    Se l’oro dovesse scendere intorno a 900€ e mi ritrovassi una somma disponibile da mettere da parte, comprerei quello piuttosto che bitcoin. Credo che tra 25-30 anni avrei sicuramente più potere di acquisto che in qualsiasi altro modo.

  • Mario
    Rispondi

    Il denaro Fiat è uno dei pilastri del potere statuale. Pensate davvero che chi detiene il potere vi rinunci tranquillamente, cosa che avverrebbe lasciando spazio ad una moneta che lo stato non controlla ? Penso che, prima che questo avvenga, vedremo in campo le portaerei.

  • Fabrizio Fv
    Rispondi

    @Liberty Defined
    Credo che ognuno, in base alle proprie (limitate) conoscenze, ragionamenti, supposizioni e intuizioni, debba farsi la sua propria personale combinazione di oro, bitcoins ,qualche litecoin e altri valori che emergeranno.
    Ognuno di questi valori ha dei vantaggi e svantaggi, del resto chi è abituato a pensare in termini di libero scambio sa benissimo di non essere infallibile.

    @Mario
    Quello che dici è vero, ma la grossa novità è che i BTC sono indistruttibili dalla forza militare.

  • Mario
    Rispondi

    @Fabrizio FV bene, è indistruttibile, ci credo. In certo qual modo anche l’oro. Solo che con la forza militare si può imporre e perseguire coloro che dal potere vengono posti fuori dalla sua legge. Qualche volta lo stato implode, come l’Urss, lasciando a chi segue il caos e la violenza dei singoli; altre volte, per non schiattare subito, tenta lo scarico dei suoi problemi all’esterno, dichiarando o semplicemente facendo guerre in nome di qualche crociata più o meno santa. Qui siamo, mi pare, a una mutazione epocale: quando sarà finita, il mondo non sarà probabilmente più quello che abbiamo conosciuto. Ma il potere non mollerà facilmente e senza combattere, se non quando sarà battuto, almeno nella forma in cui oggi si mostra. Per questo, indistruttibile o no il bitcoin, aspettiamoci lacrime e sangue.

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca