In Varie

SCONTRINOdi TONTOLO

Una delle battute più divertenti che circolano tra i libertari è la seguente: “Salva un albero, non fare lo scontrino”. Da oggi, quelli come Facco per intenderci, hanno un argomento in più e glielo fornisce direttamente la scienza.

Ecco cosa riportano le agenzie: “Maneggiare tutto il giorno scontrini espone al contatto con una sostanza chimica, il bisfenolo A, nel mirino per una serie di rischi per la salute. Tanto che, nelle persone che per lavoro maneggiano continuamente questi scontrini, i livelli di Bpa nelle urine sono più elevati rispetto a quelli dei colleghi che indossano i guanti. Lo rivela uno studio pubblicato su ‘Jama’. Nel mirino gli scontrini stampati con carta termica: bastano due ore di lavoro ininterrotto senza guanti per veder salire le concentrazioni di questa sostanza chimica. L’esposizione al bisfenolo A è stata associata a effetti negativi per la salute, tra cui quelli sulla funzione riproduttiva negli adulti e sullo sviluppo neurologico nei bambini che entrano in contatto con questa sostanza poco prima o poco dopo la nascita. “L’esposizione al Bpa avviene principalmente attraverso l’alimentazione, ad esempio il consumo di cibi in scatola. Una fonte meno studiata di esposizione è la carta termica per ricevute, gestita quotidianamente da molte persone nei supermercati, ma anche ai bancomat e alle stazioni di servizio”, ricordano i ricercatori”.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Che dire? Nulla se non suggerire un nuovo slogan ai libertari di cui sopra: ”Non fare lo scontrino, provoca il cancro”! Rideteci sopra almeno… Ma preparatevi, perché faranno una legge.

TRATTO DA http://www.lindipendenza.com/

Recommended Posts
Showing 4 comments
  • FrancescoL
    Rispondi

    Leonardo facco l’ha sempre detto :-) e senza essere uno scienziato

  • Fabio
    Rispondi

    come al solito, Leonardo aveva ed ha ragione!

    è oltretutto molto triste che tutto questa storia dei registratori di cassa e scontrini sta in piedi solo per all’epoca si voleva salvare l’Olivetti. L’Olicosa?? già, non esiste più, né computer (nonostante rivendichino il primo microelaboratore prim’ancora degli americani), né calcolatrici, né fotocopiatori…
    Altra cattedrale nel deserto, una delle tante cazzate ‘troppo grande per fallire’, come le ferrovie, come alitalia, come le municipalizzate del trasporto e della nettezza urbana, e come i tanti troppi mostri partoriti da immodesti dementi pianificatori pubblici.

    STRALIMORTACCI VOSTRA CHE VI FULMINI DOVE SIETE !

  • www.whoisjohngalt.it
    Rispondi

    Who is John Galt?

    http://www.whoisjohngalt.it

    Il nostro scopo è fare qualcosa e la nostra paura è vivere nel rimpianto di non aver fatto niente.

    Non si può piegare la testa tutta la vita.

  • virgilio
    Rispondi

    Approveranno una legge che obbligherà cassieri e clienti ad indossare mascherine filtranti e guanti omologati per la salvaguardia dai rispettivi effetti letali degli scontrini…contemporaneamente verrà mostrato ripetutamente nei telegiornali un diagramma, e relativa statistica, con tutti i milioni di morti e spese sanitarie pubbliche ogni anno provocati dall’imprudenza nel maneggio di detti scontrini.
    Colgo occasione per rammentare quanto asserì un alto esponente delle istituzioni (non ricordo se Cassazione, Corte Costituzionale o altro…) in un’intervista televisiva dello scorso anno, più o meno sentenziava: “compito fondamentale del Parlamento è produrre regole, norme e leggi…”. Cioè una specie di catena di montaggio di cavilli burocratici, costrizioni e sanzioni…in serie naturalmente standard-omologata.

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search