In Economia, Esteri

CANARIELETTI PER VOI

Le Canarie non sono un paradiso fiscale ma fanno parte della Spagna e quindi dell’Unione Europea con i molti vantaggi che ne conseguono.

Infatti, le Isole Canarie essendo situate in una zona molto periferica godono di un regime fiscale molto vantaggioso in quanto hanno una tassazione ridotta rispetto alla Spagna e anche a paragone degli altri Stati Europei. Ovviamente le Isole Canarie non essendo paradisi fiscali non hanno problemi come stati inseriti nella cosidetta “Black List”. Tutte le Isole Canarie: Tenerife, per tassazione isole canarie. Gran Canaria, La Palma, Fuerteventura, Lanzarote, El Hierro e La Gomera sono state dichiarate dal governo spagnolo zone a statuto speciale per agevolarne lo sviluppo economico.

Questo permette alle Isole Canarie di godere di agevolazioni molto interessanti per coloro che vogliano investire alle Canarie aprendo attivita’ o societa’ ma le opportunita’ sono anche nell’investimento immobiliare e godere di un regime agevolato di tassazione isole canarie.

IN COSA CONSISTONO I VANTAGGI DI TASSAZIONE ISOLE CANARIE

Le Canarie essendo una Comunità Autonoma anche se parte della Spagna ha avuto sempre una tassazione favorevole rispetto alle altre regioni spagnole.

Sviluppando questa zona a bassa imposizone fiscale e con la concessione di agevolazioni tributarie per lo sviluppo di nuove imprese, la Spagna vuol far diventare Le Canarie una zona centrale a bassa fiscalità per la sua posizione strategica a livello marittimo tra Africa, Europa e America del Sud. Il regime fiscale delle Canarie prevede per le imprese la possibilità di usufruire di una tassazione con un aliquota del 4%. Quindi uno dei migliori regimi fiscali europei se non il migliore oggi. Inoltre, nelle Isole Canarie l’IVA (IGIC) è del 7 % per molti prodotti e servizi fino a toccare l’aliquota massima di 13,5 % per prodotti di lusso o non di prima necessita’ e in alcuni casi dello 0% per le nuove tecnologie e servizi informatici. Ovviamente, tutto cio’, di per se offre molti vantaggi agli imprenditori che stanno considerando di aprire una societa’ alle Canarie.

Ma a parte il regime fiscale a bassa tassazione le Isole Canarie offrono il vantaggio di avere sempre una temperatura media sui 22/24 gradi per tutto l’anno.

Infatti non ci sono eventuali spese di riscaldamento e comunque il costo della vita e’ piu’ basso rispetto all’Italia.

Il Regime Economico e Fiscale delle Isole Canarie (REF) prevede quindi una varieta’ di incentivi fiscali per la creazione e sviluppo di nuove imprese autorizzate dall’Unione Europea e dalla legge spagnola per compensare la propria posizione periferica.

Alcuni vantaggi e incentivi fiscali dovuti alla tassazione isole Canarie sono la assenza di tasse per trasferimenti patrimoniali e atti giuridici documentati per le nuove società domiciliate nelle Isole Canarie. In alcuni casi no IVA (IGIC) per l’acquisto di beni d’investimento. Riduzione dell’imponibile fino al 90% degli utili non distribuiti che vengono utilizzati per l’acquisto di immobili alle Isole Canarie. Taglio del 50% sulle tasse societarie e sull’ IRPEG per la vendita di prodotti delle Isole Canarie.

Quindi per i prodotti agricoli, industriali, pesca e allevamento. Riduzione della tassazione delle societa’ e IRPEG per gli investimenti fatti nelle Isole Canarie.

Tutto questo regime di tassazione isole Canarie rende questi luoghi pur considerati Paradisi Fiscali appetibili per l´esercizio di attività di investimento ed imprenditoriali svolte legalmente.

FONTE ORIGINALE QUI

Recent Posts
Showing 6 comments
  • Renzo Riva
    Rispondi

    Nel caso di specie si è lontani mille miglia dai principi del liberalismo politico e liberismo economico.
    .
    Augurarsi che non accada come in italia:
    prima ti agevolano e poi ti bastonano.

  • Albert Nextein
    Rispondi

    Bellissima Lanzarote e , mi dicono, Tenerife.
    Però si tratta di isole vulcaniche, pronte all’ennesimo terremoto o all’ ennesima eruzione.
    E’ bello essere un po’ fatalisti.
    Troppo , potrebbe essere un rischio.

    Capisco che sia lontano, ma il Cile pare sia un altro posto piuttosto interessante.
    E poi non è europa neppure di striscio.

  • dante calzolari
    Rispondi

    É molto europa invece. Ho visitato Gran Canaria e Fuerte ventura, quest’anno ci passerò l’inverno risparmiando unmucchio di soldi nonostante il viaggio. É a 2 passi dalla costa Africana. ZERO SBARCHI, ZERO VUCCUMPRA’. la polpolazione residente é la più etergenea che esista. Dagli scandinavi agli inglesi agli italiani, tedeschi irlandesi. Ci sono favolosi pub irlandesi con musica favolosa life e proprietari irlandesi gli italiani sono molti moltissimi e poi spagnoli francesi Polacchi, tutti tutti. Pochissimi arabi che si fanno i c..,i loro se no a caaasaa… La vita é gradevole. Se non fossi in pensione ci farei un’attività. Ma non é detto. Benzina 1 euro al lt. Ma l’auto non è neanche indispensabile. Chi può ci vada almeno a vedere. Sul web cercate italiani alle canarie e vedrete….

    • Christian
      Rispondi

      appunto, eterogenea ma tutti delle stessa razza (e mi fermo qui)
      bye

  • Antonino
    Rispondi

    Buongiorno , Come mai l’unione europea non a fatto cosi in sardegna , di chi è la colpa ?dei Sardi o dei continentali ,Badate bene , i sardi pagano le tasse al 65%come i continentali ,la differenza e che in continente ci sono i servizi in Sardegna NO,e allora cari sardi perche’ non vi ribellate a questo abuso .

  • eliomostallino
    Rispondi

    Confermo che siamo gli
    scemi del villaggio

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search