In Economia, Libertarismo

posdi LEONARDO FACCO*

Dal 30 giugno, il POS è obbligatorio. E l’inferno fiscale italiano fa un altro passo avanti verso la confisca di massa, da attuarsi, rigorosamente, facendo credere che abolire il contante sia sinonimo di combattere l’evasione fiscale.

La dottrina Gabanelli, ahinoi, prende corpo.Quelli che un tempo inneggiavano alla “fantasia al potere”, ora sono la quinta colonna dell’ignoranza (economica) al potere. Con un’Italia che non esce affatto dalla crisi, le uniche pensate dei governanti vanno in due direzioni:

1- Aumentare la pressione fiscale, a suon di balzelli, gabelle, accise e regole kafkian-demenziali. E Renzi rappresenta la continuità rispetto ai suoi predecessori.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

2- Stringere il cappio attorno al collo dei contribuenti, intervenendo con redditometri, spesometri, studi di settore, Serpico (dal 31 ottobre scorso i conti correnti non hanno alcun tipo di segreto e di default verranno inviate informazioni all’Agenzia delle Entrate) e riduzione del cash(in attesa di un prossimo prelievo forzoso).

La volontà di spingere l’acceleratore sui pagamenti elettronici era… CONTINUA A LEGGERE QUI.

Recent Posts
Showing 2 comments
  • hilda
    Rispondi

    forse il secondo post di questo sito con cui sono pientamente daccordo.

    precisazione: in realta non è obblogatorio…ma una persona puo richiedere al commerciante il pos. Se il commerciante non ne è provvisto io gli direi di andare dalla Gabanelli che di sicuro ne ha la casa piena.

  • Christian
    Rispondi

    Questo serve per far accettare in modo più graduale il futuro limite del contante a 30€.
    Ma i questo caso le banconote da 50€ in su diventeranno fuori legge (per i residenti italiani)?

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search