In Anti & Politica, Economia

matteo-renzi-linguaDI MATTEO CORSINI

“Chi vuole cambiare il mondo e ha paura di guardarsi allo specchio non è credibile.” (M. Renzi)

Questo, tra le tante cose, ha detto Matteo Renzi in un discorso tenuto alla conferenza europea sul lavoro tenutasi a Milano. Poi ha ribadito per la duemilionesima volta che andrà a vanti sulle riforme.

Il problema è che in Italia di gente che si guarda allo specchio e si compiace di ciò che vede ce n’è fin troppa. E generalmente gli inquilini di palazzo Chigi mostrano una particolare eccellenza nel narcisismo politico.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Nessuno, quindi, dubita che Renzi non abbia paura di guardarsi allo specchio, semmai il contrario. Purtroppo, però, checché lui ne dica è più il tempo che passa a compiacersi e a fare marketing della azione del proprio governo che a concretizzare i suoi progetti mirabolanti, quelli che dovrebbero, secondo le intenzioni, portare l’Italia da fanalino di coda a traino dell’Europa.

In ogni strategia aziendale il marketing è indubbiamente importante, ma non può sostituire la qualità del prodotto, se non per un breve lasso di tempo e con un inevitabile effetto boomerang. Quel lasso di tempo, dopo circa otto mesi, credo lo si debba considerare terminato per Renzi.

Non bisogna avere paura di guardarsi allo specchio, ma neppure starci sempre davanti ad ammirare ciò che si vede. Neanche fosse Brad Pitt…

Recent Posts
Showing 2 comments
  • Albert Nextein
    Rispondi

    La gente comune non può sperare, anche inconsciamente, in Renzi.
    Egli non è un liberale, e quindi non ha un piano organico e coerente di intervento.
    E soprattutto non ha alcuna chance di riuscita, volendo usare i mezzi catto-socialisti ora in voga ovunque.

    Io ho pronosticato che il suo governo non arrivasse a mangiare il panettone.
    Ho ancora fiducia di non aver sbagliato.
    C’è ancora tempo.

    Prima se ne va e meno danno fa.

    Il re è nudo e non saranno , e non potranno, le parole del Renzi a coprirlo.

    Un qualche stormire di fronde internazionale farà crollare il castello di carta che hanno costruito per rovinarci lentamente.
    Siccome mi accorgo anche io che l’italia è del tutto irriformabile, attendo con una qualche speranza un default risanatore e rigeneratore.
    Reset generale.

  • fabrizio
    Rispondi

    #matteoseinelpanico#

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

banconota zero euro