In Anti & Politica, Libertarismo

sovranitàdella leggeDI MAURO GARGAGLIONE

C’è chi dice che il muro di Berlino o i gulag sovietici non siano la degenerazione di un’idea buona male applicata (il marxismo), bensì la logica conseguenza dei presupposti che stanno alla base di quell’idea non appena essi si trasformano in realtà concreta. Detto altrimenti, la bontà delle idee si misura dagli effetti pratici e reali che gli uomini che le applicano realizzano concretamente.

Se così è allora questa logica vale anche per la tirannia delle burocrazie e lo strabordamento dello Stato che va continuamente comprimendo le libertà individuali. Non si salvano neanche i sistemi democratici, i quali propagandano la necessità di misure di controllo sempre più invasive della vita degli individui, per la nostra sicurezza fisica ci viene detto, oppure misure e controlli sempre più stringenti nell’economia, per garantire l’equa distribuzione dei profitti e salvaguardare il posto di lavoro. Si tratta di capire allora perchè assistiamo alla deriva orwelliana di tutti gli Stati, non solo delle manifeste dittature fasciste o comuniste.

Il grandissimo politologo e giurista Bruno Leoni (1913-1967) seppe dare una risposta a questa domanda che, come sempre succede quando un genio scopre un teoria fondamentale, riesce sorprendentemente a spiegare una classe di eventi che non era direttamente nel mirino del pensatore. Leoni era infatti un giurista, non un economista. Allo stesso modo di Einstein, che fuse nella sua teoria altre teorie fisiche, matematiche e geometriche costruendo una teoria stabile, coerente ed elegante come la Relatività, Leoni scoprì la Scuola Economica Austriaca che era il contraltare economico alla sua visione della Legge.

La conclusione è che, secondo Leoni, la minaccia alle libertà individuali e i problemi economici che stiamo affrontando, unitamente al corollario di incertezza per il futuro che sta attanagliando miliardi di persone, sono le due facce della stessa medaglia, vale a dire il concetto di diritto positivo che domina ovunque nel mondo. Il giuspositivismo (cioè l’idea che le leggi dipendono dai sistemi politici e dai legislatori che questi sistemi politici esprimono, nel momento in cui li esprimono) è la causa dell’incertezza del diritto. In altri termini, cambia la maggioranza, oppure il regime, o la congiuntura, cambiano le leggi. Chi pensa che il mondo debba andare per forza così, sostiene la prevalenza dello Stato rispetto alla tutela dei diritti fondamentali dell’individuo, anche se magari non se ne rende pienamente conto. Vediamo che significa.

Porre lo Stato “prima” dell’individuo, sostenere cioè che è giusto che lo Stato produca leggi che sono non solo legali ma anche legittime, implica che la ragion di Stato giustifica l’assassinio, la tortura, la censura, il sequestro di persona (coscrizione obbligatoria) la confisca della proprietà privata, l’espropriazione dei guadagni ottenuti con l’onesta attività lavorativa in misura arbitraria, l’imposizione di barriere alla libera economia, l’istituzione di corporazioni, il controllo dell’emissione del denaro, l’obbligo di usare banconote statali e il divieto di pagare in modi alternativi e reciprocamente accettati, la manipolazione del tasso di interesse, l’abolizione del contante, l’obbligo di sottoporre gli acquisti alla tracciatura dello Stato, di avere un conto corrente, etc etc. Tutti questi aspetti si modificano, solitamente in peggio, al variare della composizione delle maggioranze parlamentari.

Lo Stato perciò è la fonte dell’incertezza del diritto, quindi, in definitiva, l’ostacolo alla libera programmazione della propria esistenza in un quadro di regole stabili nel lungo periodo che si modificano con estrema lentezza. Se non si consolida il terreno, non si può costruire. Questa è stata la grande lezione di Bruno Leoni, e non sorprende che poche persone sappiano chi sia stato e cosa abbia scritto, specie in Italia, tanto che i suoi libri, scritti in inglese, comparvero prima all’estero che da noi.

Note

Pregevole mini saggio su Bruno Leoni di Cristian Merlo

http://libertycorner.biz/2015/04/22/bruno-leoni-un-ritratto/

Vedi anche la fondamentale produzione di articoli e riflessioni da parte di Giovanni Birindelli raccolte in La Sovranità della Legge – Leonardo Facco editore

https://www.movimentolibertario.com/2015/01/la-sovranita-della-legge-il-libro-di-giovanni-birindelli-ecco-la-2a-edizione/

Articoli recenti

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca