In Anti & Politica, Istruzione

7di DONALD W. LIVINGSTON*

Aristotele ha insegnato che «per la dimensione degli Stati vi è un limite, come vi è per altre cose, per le piante, per gli animali, per gli utensili, nessuna di queste cose conservano il loro naturale potere quando sono troppo grandi o troppo piccoli».1

In questo scritto voglio esplorare le idee di Hume sulla corretta misura e portata dell’ordine politico. La dimensione e la scala non sono la stessa cosa. La scala di una cosa è la dimensione corrispondente alla sua funzione.

La scala per le cose umane sono il corpo umano e le sue capacità. Gli architetti classici hanno a lungo esplorato la relazione tra la struttura umana, le sue capacità sensoriali, e la corretta dimensione delle porte, finestre, cortili, giardini, larghezza di strade, piazze, e così via.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Qual è la corretta dimensione e scala dell’ordine politico? La risposta dipende da ciò che pensiamo sia la funzione dell’ordine politico. Platone e Aristotele pensavano che la funzione di una associazione politica fosse quella di raggiungere l’eccellenza umana.

Poiché le virtù le si acquisiscono attraverso l’emulazione di carattere, il confronto faccia a faccia è necessario per la conoscenza dei partecipanti politici, e questo pone un limite alla dimensione della politica. Aristotele diceva che dovrebbe contenere «il numero più grande sufficiente per la condotta della vita, che possa essere considerato in una singola visualizzazione».2…

CONTINUA A LEGGERE QUI

Post suggeriti

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca