In Libertarismo

In una società libera senza Stato, il potere giudiziario e quello legislativo vengono liberalizzati e quindi decentralizzati in mano a diverse società analoghe degli attuali tribunali, chiamate “Organizzazioni di Risoluzione delle Dispute” (O.R.D.).

In questo articolo due domande e risposta tratte da “Practical Anarchy” di Stefan Molyneux

Che cosa succede se due O.R.D. hanno leggi diverse? Ciò non causerebbe un’infinita guerra civile?

Prima di tutto, è improbabile che le O.R.D. abbiano leggi particolarmente diverse, perché sarebbe economicamente inefficiente.

Le aziende di telefonia cellulare usano protocolli simili, in modo che possano interagire tra loro.
Le compagnie ferroviarie tendono a utilizzare gli stessi indicatori, in modo che i treni possano viaggiare il più lontano possibile.
I fornitori di servizi Internet scambiano dati con altri fornitori, passando e-mail e altri dati avanti e indietro sempre utilizzando gli stessi protocolli.

Come l’evoluzione, il libero mercato è fatto molto più di cooperazione che non di pura concorrenza.
Se un O.R.D. vuole creare una nuova regola, quella regola sarà abbastanza inutile a meno che le altre O.R.D. non siano disposte a collaborare e adottarla.
Proprio come un nuovo programma di posta elettronica è abbastanza inutile a meno che non utilizzi i protocolli esistenti.

Questa necessità di interoperabilità con altre O.R.D. manterrà inevitabilmente il numero di nuove leggi al minimo più economicamente efficiente.
I clienti preferiranno le O.R.D. con gli accordi di reciprocità più estesi, così come preferiscono le carte di credito valide in un gran numero di località.

Nuove leggi si aggiungerebbero anche ai costi per i clienti della O.R.D. – e se l’O.R.D. costa ai clienti di più di quanto permetta di risparmiare allora perderà mercato.

Le O.R.D. piu’ di successo non si armerebbero, eliminando violentemente tutte le altre concorrenti ed emergendo come un nuovo stato?

Prima di tutto, se il potenziale emergere di un nuovo stato in un qualche momento nel futuro rappresenti una così enorme preoccupazione, allora l’eliminazione degli stati esistenti nel presente è sicuramente un obiettivo degno.
Se abbiamo un tumore, facciamo la chemioterapia per eliminarlo nel presente, anche se siamo consapevoli che potremmo averlo di nuovo ad un certo punto nel futuro.

In secondo luogo, a differenza degli stati, le O.R.D. non sono istituzioni violente. Le O.R.D. sono principalmente composte da impiegati: commercialisti, mediatori, dirigenti e così via.
Le probabilità che le O.R.D. diventino organizzazioni paramilitari sono le stesse che ha il tuo studio di commercialisti, di diventare una squadra di guerrieri della morte ninja.
Data l’attuale esistenza di governi in possesso di armi nucleari, io per primo sono disposto a correre questo rischio.

In terzo luogo, se una O.R.D. cerca di trasformarsi in uno stato, le altre O.R.D. si attiveranno sicuramente per prevenirlo.
Le O.R.D. si rifiuterebbero semplicemente di collaborare con qualsiasi O.R.D. che si rifiuti di accettare ispezioni da parte di società terze.

I clienti delle O.R.D. non sarebbero particolarmente tolleranti con la loro O.R.D. se questa cercasse di diventare un’istituzione armata.
Inoltre le loro tariffe salirebbero sicuramente alle stelle, perché la loro O.R.D dovrebbe fornire i suoi servizi standard, e in più dovrebbe pagare per tutti quegli elicotteri da guerra e carri armati.
Qualsiasi O.R.D. che spende per beni o servizi che i suoi clienti non vogliono – cioè un esercito – andrebbe molto rapidamente fuori mercato, perché non sarebbe competitiva in termini di tariffe.

Post suggeriti
Commenti
  • Pedante
    Rispondi

    C’è già una guerra civile in corso. La parte perdente però non se n’è ancora accorta.

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca