In Ambientalismo, Scienza e Tecnologia

fide5DI REDAZIONE

Rese inferiori fino al 18%, maggiore inquinamento nell’aria e prezzi più alti anche del 28% per le materie prime, dal mais, alla soia, al cotone. Sarebbero queste le conseguenze di un’agricoltura senza Ogm, secondo uno studio della Purdue University di Lafayette (Usa), assolutamente imparziale, come hanno voluto sottolineare i ricercatori, per sapere cosa succederebbe nell’economia e nell’ambiente degli Stati Uniti se venisse vietato l’utilizzo di sostanze Ogm.

Un mancato impiego del transgenico nei campi che si ripercuoterebbe, secondo lo studio, sui listini dei prodotti alimentari in generale che aumenterebbe dall’1% al 2%. Eppure per la prima volta in 20 anni nel 2015 l’area totale coltivata nel mondo con piante Ogm è diminuita dell’1%. Un calo, spiega il rapporto annuale dell’International Service for the Acquisition of Agri-Biotech Application, dovuto soprattutto ai prezzi bassi delle derrate alimentari e alla siccità particolarmente devastante nel Sud Africa. Secondo il rapporto lo scorso anno sono stati seminati 179,7 milioni di ettari di terreno con semi biotech, mentre nel 2014 erano stati 181,5 milioni. (ANSA)

Articoli recenti
Commenti
  • Alessandro Colla
    Rispondi

    In un commento televisivo, mi pare RAI ma non ne sono del tutto sicuro, si sostiene che ci sarebbe un calo di produzione OGM in varie parti del mondo. A parte il fatto che non citano le fonti. La notizia viene data senza accennare minimamente alle difficoltà legali, fiscali e burocratiche che penalizzano chi vuole intraprendere questo tipo di colture. Con la concorrenza sleale di chi coltiva “tradizionalmente” con fondi pubblici. Così passa il messaggio che il presunto abbandono avvenga per scarsa convenienza economica in sé, non per scoraggiamento indotto dai legislatori e dai vandali che credono che le malattie si propaghino per colpa degli untori. Se il telegiornale era Mediaset sono solo cretini che rianimano i loro avversari politici. Se era la RAI ho pagato anch’io, mio malgrado, la diffusione di quella pseudonotizia.

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca