In Anti & Politica, Economia

povertaDI MAURO GARGAGLIONE

Il libero mercato è un’utopia perchè non esiste Stato sulla faccia della Terra che non sia interventista, tanto o poco (più tanto che poco).

Il fatto è che quando esiste il mercato, pur condizionato dal crony capitalism, dall’intervento statale, dalle lobby di tutti i tipi e dal sistema bancario/finanziario contiguo ai legislatori, significa che esiste, smunto, sofferente, in difficoltà, nascosto, un po’ di libero mercato.

L’economia cinese, ad esempio, non può essere certamente definita un mercato libero. Ciò nondimeno osservate la percezione che hanno i Cinesi della diminuzione diminuzione della povertà.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Loro sono quelli che più avvertono di essere usciti dalla povertà atavica che li ha attanagliati per secoli perchè, pur condizionato dall’indirizzo dello Stato, quel capitalismo sicuramente difettoso fa il suo lavoro meglio di quando c’era solo il comunismo. Quel po’ di libero mercato, effetto collaterale del capitalismo di Stato, basta a tirarli fuori dalla miseria.

E se ne accorgono, eccome se se ne accorgono!

(http://voxeu.org/article/know-your-facts-poverty-numbers)

Recent Posts
Showing 2 comments
  • Evaristo
    Rispondi

    Adoro la Cina, alcune considerazioni.

    La sua economia si trova in una fase espansiva favorita dall’individualismo e dalla voglia di fare lavorare. Gli imprenditori sono simpatici filibustieri.
    Le leggi, se ci sono, non vengono applicate.
    Evasione fiscale: alla stragrande!!!
    Praticamente condizioni molto simili al nostro boom a cavallo dei 50-60 (ma al contrario del nostro un “neverending” boom)

    Il solo skyline di Shanghai manda a spasso NYC, Chicago & Co, sembra di stare su Saturno. Grattacieli costruiti senza una vera necessità, in previsione di essere poi occupati, grazie alla forza lavoro sovrabbondante e a buon mercato, ma molti erano totalmente vuoti.
    Ora non so come sia la situazione.

    Prima o poi però il paese dovrà fare i conti con gravi problemi come l’inquinamento (e magari con l’ostilità annunciata dal simpaticone qualora fosse eletto).

    • charlybrown
      Rispondi

      Grattacieli costruiti senza una vera necessità, in previsione di essere poi occupati, grazie alla forza lavoro sovrabbondante e a buon mercato, ma molti erano totalmente vuoti.

      La forza lavoro sovrabbondante si può comunque usare per costruire cose utili.
      Quello succede quando la Banca Centrale pompa quattrini, a seconda di dove vanno a finire, e quella cinese pompa eccome.

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search