In Anti & Politica, Economia

DI GIOVANNI BIRINDELLI

“Il presidente della banca centrale austriaca ha detto che i legislatori si stanno chiedendo se dovrebbero regolamentare le crittomonete, citando la recente chiusura, da parte del governo cinese, degli exchanges di bitcoin”.

Se il presidente della banca centrale austriaca avesse capito cosa sono le crittomonete, non confonderebbe queste ultime con gli exchanges centralizzati. Questi ultimi possono essere chiusi e regolamentati. Le prime no.

Una confusione simile sembra farla anche Draghi, quando dice che la regolamentazione delle crittomonete “sta al di fuori degli obiettivi dei poteri della banca centrale”; come se, nel caso in cui cambiassero questi obiettivi, la regolamentazione delle crittomonete fosse una cosa possibile.

Le crittomonete, prosegue Draghi, sono in ogni caso “ancora di impatto troppo piccolo per essere regolamentate”.

Non hanno capito. D’altra parte perché dovrebbero? Mica devono vedersela in una situazione di libero mercato…

Articoli recenti
Mostrati 2 commenti
  • Albert Nextein
    Rispondi

    Non avranno capito, apparentemente.
    Ma secondo me possiedono qualche wallet.

    • Dino
      Rispondi

      Come diceva Rothbard, viviamo in un epoca di grandi mistificazioni ed oggi ancor più di allora, quando era vivente; perciò devono continuare a fare il loro mestiere e non dare importanza a ciò che invece meriterebbe. Fanno così anche con l’oro. https://coinmarketcap.com questa è una pagina interessante Albert.

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca