In Anti & Politica, Economia

di LEONARDO FACCO

Ieri, due titoli mi hanno davvero inverminato ed entrambi riguardano quel parassita di centrodestra che si chiama Antonio Tajani, Forza Italia, presidente del Parlamento europeo.

Uno è questo:

Tajani: l’Europa limiti il potere di Google

L’altro è questo:

Tajani: la politica governi le piattaforme digitali

L’ultima volta che partecipai ad interlibertarians (due anni fa) , lo dissi senza mezzi termini, come mio solito:

SIAMO IN GUERRA!

Articoli recenti
Mostrati 4 commenti
  • Max
    Rispondi

    Tajani deve pur guadagnarsi(?) lo stipendio per il suo lavoro(?) di presidente. E dice solo quello che aveva già detto e che hanno detto altri.
    Lui o Schultz o Lagarde o Juncker: la Ue è tutta una banda di parassiti socialisti rompiballe.

    Ora però due parole sul caro google. Avete mai provato a cancellare i suoi cookies? Come vi permettete, luridi cani bastardi ???? Dovete essere sempre in linea e connessi e pronti ai suoi desiderata.

    Quando vi riloggerete non basteranno userid e psw, vi costringerà a reinserire nome, cognome, ricevere un sms (tariffazione non applicata, per ora, ma prevista) con codice da inserire a video per riconoscimento. Una perdita di tempo immane. E similmente fa paypal!

    Se sarete da un ip inusuale (tipo estero o proxy) di dirà frasette al limite dell’insolenza del tipo “mmmm, I see you’re travelling…” (e a te che czz te frg?)

    Se mandate in allegato via gmail un file exe compresso con upx, il suo sistema antivirus fallimentare lo rileverà come pericoloso (balle! falso positivo) e lo bloccherà, trattandovi come un terrorista.

    E infatti io non uso più.
    Gmail: manco a parlarne, come inviare alla cia o alla nsa.
    Playstore: scaricare le app con apkpure e installarle manualmente.
    Ricerca: Ixquick non ti traccia e trova tutto (usa il motore di google).
    Maps: si può fare ogni tanto, ma egmd o maps.me o molte altre sono assai meglio e si possono scaricare per l’uso offline.

    Per cui sono spiacente, ma difendere una merdaccia come google dalle grinfie della Ue non rientra nelle mie priorità.

    • Dino
      Rispondi

      Vogliono la loro parte, invece di chiedere il pizzo tramite sventagliata di kalashnikov sulla saracinesca, utilizzano la “legge perversa”….. e Google gliela darà volentieri. Non se ne fottono minimamente della nostra privacy.

      • Max
        Rispondi

        Oilà, Ciccio, visto che sei stato in absentia ultimamente, faccio un po’ anch’io l’impiccione come google.
        Per caso eri su Next Quotidiano a cantargliele su Alfie Evans?

        Se sì, complimenti perchè hai messo su un bel ambaradan come solo tu sai fare, se no vuol dire che hai un concorrente molto temibile. Ciaone!

  • Liberalista
    Rispondi

    Si, Max, ma non guardiamo il dito che indica la luna, dai…

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca