LIBERTA’ E SICUREZZA, L’UNA NON ESCLUDE L’ALTRA

DI MARCO LIBERTA’

Solo una cosa ci rende esseri umani e ci distingue dal comune “materiale da macelleria” di cui i governi si servono a loro piacimento: questa cosa è chiamata LIBERTA’.

La Libertà non è solo una parola, non è un’idea confinata nell’Iperuranio troppo bella e perfetta per poter esistere nel mondo.

Anche se stuprata, maltrattata e svuotata dal suo significato, possiamo comunque vedere e toccare la Libertà ogni giorno, seppur in piccola dose:

Libertà è un gesto di carità fatto a chi vuoi tu senza che nessuno te lo imponga.

Libertà è creare qualcosa con le tue sole mani sapendo che ti darà da mangiare.

Libertà è studiare qualcosa senza che nessuno ti imponga la sua visione.

Libertà è fare un giro senza essere fermato, multato o perquisito.

Libertà è parlare di quello in cui si crede senza rendere conto a nessuno.

Potremmo godere della Libertà in ogni aspetto della nostra vita, ma ci rendiamo immediatamente conto che viviamo in un mondo povero di Libertà; esistono innumerevoli ammassi di viscidume pronti a rubarci anche quella restante.

In ogni occasione sono sempre pronti ad emanare una nuova legge, a studiare una nuova tassa, a darci un nuovo divieto…. e pezzetto dopo pezzetto Lei va via da noi.

Il loro sistema è semplice: prima indottrinano sin dall’infanzia le persone, dicendo loro che lo stato si prenderà cura di loro, poi ad ogni crisi o emergenza sono pronti a chiederci di rinunciare ad un minuscolo pezzetto di Libertà per quella che secondo loro è una grandissima sicurezza. Fanno leva sulle emozioni, fanno leva sulla paura… chi sono i veri terroristi?

Citando Benjamin Franklin: “Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per racimolare briciole di temporanea sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza.”

Non si può non essere d’accordo, chi rinuncia alla Libertà per una sicurezza, si merita di esser schiavo, sottomesso a chi fornisce quella sicurezza illusoria, sotto le grinfie di chi potrebbe in qualsiasi momento decidere di negarla, seppur quella sicurezza di fatto neppure esiste.

Quindi quando i signori, forti della loro alta illuminazione, chiedono a tutti noi di rinunciare a delle Libertà per la sicurezza, io non posso fare altro che risponder loro:

Fanculo! io preferisco la LIBERTA’

Article written by

Please comment with your real name using good manners.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *