In Anti & Politica, Varie

di MARCO LIBERTA’

“L’unica privacy che ci è rimasta, è dentro la nostra testa”. Enemy of the state (Nemico pubblico nella versione italiana) è un film del 1998 con Will Smith, Gene Hackman e Jon Voight. Un film profetico di quella che sarà la violazione delle Libertà Individuali per motivi di sicurezza dopo l’11 settembre 2001.

Verso la fine degli anni ’90, il Congresso degli Stati Uniti lavora per far passare una nuova Legge che espande radicalmente il potere di sorveglianza sugli individui da parte delle Agenzie di Intelligence. Molti politici, movimenti e gruppi no-profit sono contrari a questa Legge. Anche un membro del congresso, Phil Hammersley, ne è fermamente contrario, poiché crede che distruggerebbe quasi totalmente la privacy dei cittadini americani.
L’ufficiale della NSA Thomas Reynolds (Jon Voight) incontra Hammersley in un parco pubblico per discutere della Legge, ma lo droga e lo uccide cospargendo di antidolorifici la sua auto e, spingendolo in un lago, fa sembrare il tutto un incidente causato dalla droga. L’ufficiale però non si accorge di una videocamera installata dal ricercatore Daniel Zavitz, che ha ripreso l’intero incidente. Zavitz scopre l’omicidio, trasferisce il filmato su un dischetto e informa un giornalista. Reynolds viene a conoscenza del filmato e spedisce un team per recuperare il video. Mentre fugge, Zavitz incontra un vecchio amico di college, l’avvocato Robert Clayton Dean (Will Smith), e mette di nascosto il dischetto in uno dei sacchetti dell’amico.

L’NSA credendo che Dean Clayton sia parte della fuga di notizie invade la sua privacy domestica e distrugge la sua vita privata.

Clayton entra con contatto con “Brill” un agente della NSA in pensione il cui vero nome è Edward Lyle ed aiuta Dean Clayton a liberarsi di ogni dispositivo di localizzazione che ha indosso involontariamente.

Insieme tenteranno di sopravvivere alla caccia spietata della NSA e di rivelare la verità sui servizi segreti.

Questo film ha un significato intimamente Libertario, infatti mostra (in modo veramente profetico) le minacce alle Libertà individuali a causa di una nuova legge sulla sicurezza che verrà realmente introdotta pochi anni dopo: “USA Patriot Act”.

È Libertario perchè mostra il governo come leviatano capace di violare la vita di un uomo e distruggerla in modo totalmente legale, ma per niente legittimo.

È Libertario perchè mostra l’individuo che, alla fine, distrugge quel meccanismo.

—————————————-

*Va di moda in questi giorni postare una sola foto senza descrizione dei 10 film che ci hanno segnato maggiormente, uno per giorno.

Ho deciso di farlo anche io, riguardo ai film che mi hanno permesso di coltivare uno spirito Libertario ed An-cap, e vi beccherete anche una descrizione ed una citazione del film perchè faccio quel che mi pare 

Nota: i film non sono in ordine cronologico di visione o di preferenza personale.

Articoli recenti

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca