In Libertarismo, Varie

DI MARCO LIBERTA’

“Conoscevo un uomo che diceva: la morte sorride a tutti, un uomo non può far altro che sorriderle di rimando”

(Massimo Decimo Meridio)

Il Gladiatore è un film idolatrato dai nostalgici di estrema destra per la sua epicità sullo sfondo di Roma antica ma, purtroppo per loro, si tratta di un film fortemente libertario.

Basta leggere la trama per avere conferma di questo.

Un generale romano di gran valore che detesta il potere viene incaricato dall’anziano imperatore di essere suo successore e porre fine all’impero dopo la sua morte, smantellarlo e restituire ai cittadini la repubblica.

Il figlio dell’imperatore, malato di potere, venendolo a sapere uccide il padre e fa giustiziare il generale diventando lui il nuovo imperatore.

Il generale riesce a scappare e tornando a casa trova la famiglia massacrata, poi viene trovato da mercanti di schiavi che lo credono un disertore, e lo rendono schiavo.

Lo schiavo viene comprato da un lanista (proprietario di una scuola per gladiatori) e si rivela come gran combattente rimanendo in incognito.

Il “gladiatore” rimane vivo solo per riuscire a vendicarsi.

Alla fine il gladiatore sfida l’intero impero e uccide in un combattimento gladiatorio l’imperatore despota, ponendo fine all’impero.

Un individuo decaduto al più basso livello della società del suo tempo che sfida il più potente impero del mondo e lo distrugge.

Questo è molto Libertario.

———————————–

*Va di moda in questi giorni postare una sola foto senza descrizione dei 10 film che ci hanno segnato maggiormente, uno per giorno.

Ho deciso di farlo anche io, riguardo ai film che mi hanno permesso di coltivare uno spirito Libertario ed An-cap, e vi beccherete anche una descrizione ed una citazione del film perchè faccio quel che mi pare 

Nota: i film non sono in ordine cronologico di visione o di preferenza personale.

Articoli recenti

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca