In Anti & Politica, Economia, Varie

DI REDAZIONE

Michele Gandolfi è un liberale coerente, di quelli coi fiocchi. Imprenditore, laureato in Economia e Commercio presso l’Università degli studi di Modena, è titolare di Licenza di Pubblica Sicurezza per la conduzione di un istituto di investigazioni private e ricerche per conto di privati denominato “Modenaonline Investigazioni”. E’ un esperto di sicurezza informatica e di cryptovalute. Lo abbiamo incontrato per fare quattro chiacchiere con lui.

1-Senza dubbio l’informatica sarà parte del nostro futuro. Nello specifico la sicurezza informatica diventerà un argomento di estrema importanza. Come potranno adeguarsi gli utenti normali a questa evoluzione?

Ogni rivoluzione tecnologia ha sempre messo gli utenti di fronte a un bivio. Quello di studiare e di comprendere il funzionamento della nuova tecnologia proposta o affidarsi a un consulente che nasconda loro il 90% del problema.
L’alternativa a queste due risposte è l’analfabetismo funzionale, purtroppo oggi diffuso nel mondo dell’informatica di base, pensate che si sono persone anziane che ancora oggi sanno leggere a fatica un sms ma non sanno mandarlo.
Iniziare a studiare i nuovi strumenti tecnologici come fosse un gioco, divertendosi, è l’unico modo per essere pronti per le imminenti rivoluzioni che ci aspettano nei prossimi anni (Bitcoin, ma anche domotica, smartphone sempre più evoluti, rapporti con pubbliche amministrazioni che sempre più dovranno essere telematici, rapporti con istituti bancari).
Le persone più anziane sono quelle che hanno maggiori difficoltà ad imparare anche a causa del disinteresse o della diffidenza che spesso provano verso le innovazioni.
Ci sono metodi di apprendimento che possono aiutare anche queste paesone a superare ogni difficoltà, anche perché la memoria non è solo mentale ma anche fisica, la pratica ripetuta di azioni identiche porta a un apprendimento fisico che prescinde dalla freschezza della mente e dalla capacità di ricordare.

2-Per la propria sicurezza la custodia del proprio denaro è determinante. Bitcoin e le criptovalute ci aiuteranno in questo campo?

La sicurezza informatica è importante, come già spiegato, perché ormai sui nostri computer e cellulari abbiamo tutta la nostra vita.
Il fatto di potere accedere ai nostri conti bancari tradizionali fa si che anche un malintenzionato che dovesse avere accesso al nostro telefono, potrebbe appropriarsi dei nostri soldi.
Questa affermazione è ancora più vera nel caso di Bitcoin perché non esiste un fiduciario, un custode, che fa il lavoro per noi.
Bitcoin ci consente di essere banca di noi stessi, ci garantisce privacy e controllo dei nostri soldi ma la libertà comporta responsibilità e quindi dobbiamo essere noi responsabilmente a gestire la sicurezza dei nostri fondi, dei terminali che utilizziamo e in conclusione la corretta conservazione della nostra chiave privata o del nostro seed.

3-In questi settori tu operi da tempo, per quale motivo un utente un individuo dovrebbe spendere tempo e denaro per la propria sicurezza?

Il perché lo ho già parzialmente detto nel punto precedente, perdere i dati conservati sul proprio computer o cellulare costituisce un danno sia patrimoniale che affettivo, su detti strumenti conserviamo la nostra vita, il nostro lavoro, i ricordi, gli affetti, i nostri interessi economici, i nostri scheletri negli armadi che potrebbero essere usati per ricattarci.
Nel caso aziende l’aspetto economico diventa ancora più importante, pensate a violazioni di progetti, di marchi o brevetti, di know how.
Una azienda priva di una gestione documentale potrebbe essere oggetto di sottrazione di informazioni da parte di dipendenti infedeli senza accorgersene o senza avere prova degli stessi.
Potrebbe essere soggetta a un furto di informazioni relative a offerte commerciali, se un concorrente conosce le offerte di un’azienda sarà in grado di fare proposte leggermente migliori magari copiando le proposte stesse e rubare progressivamente la clientela.

4-In cosa consistono i tuoi corsi?

Premesso che non ci limitiamo solo a corsi di Bitcoin ma anche a percorsi guidati di messa in sicurezza di un’azienda o di un privato, intendendo con sicurezza anche quella fisica.
Oggi mettere in localizzatore GPS nascosto dentro un veicolo, una barca, un camper costa meno di 100 euro e garantisce il recupero effettuabile da parte delle forze dell’ordine di quanto sottratto.
Ormai i sistemi di video sorveglianza o antifurti domestici hanno costi accessibili e consentono di monitorare la propria abitazione o genericamente una proprietà privata a distanza mediante una connessione internet.
Ci proponiamo quindi essendo professionisti della sicurezza con soluzioni globali che includono per esempio anche sorveglianze e controlli fisici o accompagnamenti di sicurezza.
Detto questo i nostri corsi, limitati per ora ad aule di due persone, sono modulabili sulle esigenze dei partecipanti.
Chi vuole limitarsi ad imparare come installare un wallet, salvare in modo sicuro la propria chiave privata, abilitare una autenticazione a due fattori, e acquistare o vendere bitcoin mediante exchange farà un corso base il cui numero di ore dipenderà dalla velocità di apprendimento e dalla volonta di fare da solo o di continuare a essere seguito in seguito.
A questo proposito voglio precisare che dopo ogni corso garantiamo assistenza gratuita sulle cose insegnate per mezzo di IM (Whatsapp, telegram o signal) o in video conferenza via Skype.
In conclusione, rispondendo anche alla domanda sul perché, chi non ha studiato internet negli anni 90 oggi si ritrova a rincorrere una tecnologia che avanza e cambia ormai a una velocità assurda.
Chi non inizia oggi a studiare le criptovalute e Bitcoin in particolare, secondo me l’unica criptovaluta seria esistente, si ritroverà nel giro di pochi anni, meno di quelli che sono serviti per la definitiva affermazione e accettazione di internet, a dovere rincorrere per imparare velocemente e male o a a essere esclusi dalla rivoluzione in atto.

5-Come ti si può contattare?

Posso essere contattato per cellulare 348 2685288 anche se preferisco prima essere contattato tamite Whatsapp o altro sistema di messaggistica sia per motivi di riservatezza che perché essendo spesso impegnato in corsi o in attività investigative mi è impossibile in tali momenti rispondere al telefono.
Sono anche raggiungibile via Skype all’indirizzo: investigazioni.mo.it.
Consigliamo anche di consultare il nostro sito https://www.investigazionimodena.org/ dove troverete tutte le informazioni sulle nostre attività e i nostri servizi.

BIOGRAFIA COMPLETA DI MICHELE GANDOLFI

Articoli recenti

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca