In Economia, Libertarismo, Novità, Scienza e Tecnologia

DI MATTEO SPIGOLON

Vcurriculum è un portale di job recruiting. I vecchi centri per l’impiego, le agenzie interinali e di reclutamento del lavoro sono ormai superate. E quando ne nascono di nuovo per mezzo della mano pubblica i contribuenti devono iniziare a preoccuparsi, come nel caso di PORTA FUTURO. Gran parte di queste dunque ricevono contributi dallo Stato per ogni lavoratore assistito e sostenuto per l’inserimento (o re-inserimento) nel mondo del lavoro.

Il mio progetto, e del mio amico Matteo Veggiari, vuole eliminare queste intermediazioni e dare la possibilità di un contatto diretto tra chi cerca lavoro e le aziende che cercano personale.

A differenza di altri portali o social network, come “Monster” e “Linkedin”, Vcurriculum è stato sviluppato da zero solo ed esclusivamente per queste funzioni, non si tratta di un CMS (come Joomla, WordPress ed altri commerciali) adattato alle esigenze del momento.

E’ snello, veloce e permette di raggiungere l’obiettivo con pochi click. Chi cerca lavoro si iscrive al portale, inserisce i propri dati, il percorso di studi, le esperienze lavorative, le competenze ed un proprio video curriculum (anche in più lingue) in cui il candidato si descrive.

Un ulteriore passo, prima del colloquio vero e proprio, che diverrebbe, a questo punto, quasi una mera formalità.

Il sito sarà presente in più lingue (italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese) e darà la possibilità agli utenti di compilare il proprio profilo e registrare il video curriculum in più lingue.

L’utente potrà cercare lavoro e candidarsi agli annunci fatti dalle aziende.

Entrambi avranno a disposizione una ricerca filtrabile per città/provincia/regione/stato, distanza da casa o dalla sede dell’azienda (algoritmo “distance search”), per titoli di studio, per settori professionali ed altro ancora.

Vcurriculum elimina le barriere imposte dalle distanze : ad esempio, un cittadino degli Stati Uniti o del Brasile che vorrà lavorare in Germania (o viceversa) avrà uno strumento dedicato che faciliterà questo percorso.

Negli Stati Uniti ci sono i cosidetti “venture capitalist” o “business angel” che finanziano le idee imprenditoriali che ritengono buone e profittevoli : Facebook è nato lì, proprio come tante altre startup (es. Google).

In Italia sarebbe stato un progetto morto dopo dieci minuti.

Ma non abbiamo ancora perso la speranza di innovare e di credere che, attraverso internet, persone normali (anche con piccole donazioni) possano contribuire a realizzare questo sogno e far si che Vcurriculum diventi il primo progetto finanziato dal basso. C’è sempre una prima volta per tutto.

Vcurriculm è già online e la realizzazione è stata completata al 50% ma senza fondi il progetto è destinato a rimanere tale solo sulla carta.

I costi sono i seguenti :

– 10.000 € per costituire una s.r.l : Costi per commercialista, notaio, camera di commercio, avvocato per stesura privacy e termini e condizioni d’utilizzo, pagamento del server dedicato.

– Circa 4.000 € per realizzare un layout grafico usabile

– Circa 5.000 € per la traduzione multilingua

– Circa 7.000 € come rimborso per il lavoro di programmazione (adesso lavoriamo di sera, di notte, nei weekend)

– Circa 7.000 € per una campagna pubblicitaria iniziale (fatta esclusivamente via internet)

Sarà gratuito per chi cerca lavoro? SI

E per le aziende ? Le aziende avranno la possibilità di visualizzare gratuitamente i profili senza i dati di contatto. Se riterranno i candidati corrispondenti alla loro ricerca, potranno sottoscrivere un abbonamento mensile/annuale o ad hoc (scegliendo il numero di profili che vorranno visualizzare).

Per chi vuole testare la prima versione : http://www.vcurriculum.com

Per chi vuole contribure con una donazione : http://www.kapipal.com/vcurriculum

Post suggeriti

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca