In Economia

DI FUNNYKING*

Una settimana fa scrivevo….

Sia come sia, il viaggio verso la bancarotta sta volgendo al termine, onde evitare fraintendimenti, ancora una volta vorrei specificare come definiamo bancarotta:

1) il Default classico e/o il ripudio del debito pubblico

2) L’uscita dell’Italia dall’Euro con relativa svalutazione fra il 25% e il 35%

3) La perdita della sovranità nelle scelte di politica economica

I casi 1 e 2 escludono il caso 3.

E’ chiaro che l’Europa (o la Germania se preferite) concederà aiuti all’Italia o permetterà una monetizzazione solo attraverso un meccanismo fortemente condizionale.

Ovvero ispettori tedeschi (o loro rappresentanti magari olandesi) apriranno un ufficio a Roma e avranno potere di veto su ogni singola scelta di politica economica.

L’Italia ha avuto 12 anni di tassi bassi per riformare lo Stato (come hanno fatto i tedeschi) e cominciare a ridurre il debito, abbiamo avuto 70 miliardi all’anno di minori spese per interessi ma ce li siamo letteralmente sputtanati in spesa corrente, e anzi non è bastato.

Abbiamo portato la spesa pubblica oltre il 52% del PIL e la pressione fiscale reale tra il 54% e il 70%, un pazzia…..

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

E arrivo il giorno del primo annuncio:

da Repubblica (Mario Monti dixit)

Monti: “Aiuti potrebbero essere necessari, forse, in relazione alla lentezza con cui i mercati comprendono gli sforzi compiti e i risultati raggiunti”.

Mi permetto di tradurre: ” Siccome i mercati non si fidano ne dell’Italia ne del mio governo, per ricevere garanzie e prestiti a carico degli altri cittadini europei, l’Italia (forse….sic!) dovrà accettare un memorandum che indichi le prossime politiche di finanza pubblica e un comitato di controllo europeo a Roma.”

Per l’appunto il caso 3. Vi faccio una domanda: secondo voi il NON eletto Mario Monti è legittimato a firmare un memorandum che verosimilmente impegnerà i prossimi governi?

Anche le fosse, in quanto sostenuto da una chiara maggioranza di parlamentari eletti, quale valore avrebbe un tale accordo per un successivo governo politico?

Infine…. qualcuno si ricorda il Monti di solo 5 giorni fa “L’Italia non chiedeà aiuti….”

p.s. ora, dopo gli Evasori Fiscali, la Germania, la Spagna, la Grecia, i traditori che portano i soldi al’estero, è colpa della lentezza di comprendonio dei mercati. Avanti così verso la bancarotta.

 

*Link all’originale: http://www.rischiocalcolato.it/2012/08/verso-la-bancarotta-signore-e-signori-ci-siamo-litalia-potrebbe-chiedere-aiuti.html

 

Recommended Posts
Showing 3 comments
  • Nicola Albano
    Rispondi

    Bell’articolo… brutta situazione…

  • Riccardo
    Rispondi

    Monti o un altro che cambia? Le prossime elezioni (se ci saranno) vedranno probabilmente un’alleanza tra Vendola, Casini e Bersani, contrapposta ad una non ben identificata destra con poche idee; poche , ma ben confuse. Vincerà la sinistra, metterà la patrimoniale, toglierà agli italiani quel poco che gli resta, con l’approvazione della Merkel e del Financial Times, approverà i mantrimoni gay e il gioco è fatto. Gli italiani si ritroveranno per l’ennesima volta contenti e… come si dice a Roma…cojonati. Il tutto nel nome della ‘giustizia sociale’ e della ‘solidarietà’, nei confronti di chi, naturalmente non lo diranno. Solita storia: ogni gregge ha il pastore che si merita. D’altro canto gli italiani hanno creduto a Prodi, quando disse che l’Euro ci avrebbe portato ricchezza e benessere. Se hanno creduto a uno come lui, perchè non dovrebbero credere a Monti o ad Alfano o a qualche Vendola di turno?

  • antonio
    Rispondi

    che ha fatto la germania??? ha ridotto il debito???
    l’ha quasi raddoppiato!
    e questo nonostante i consistenti avanzi di conto corrente (derivanti SOLO dall’imposizione dell’euro a tutta l’area)!!!
    ma la fate finita di credere a mitologie VISIONARIE???

    http://www.tradingeconomics.com/chart.png?s=deudebt2gdp&d1=19950101&d2=20110831

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search