In Economia, Esteri

greco

 

DI FUNNYKING*

Signore e signori, se avete vagamente il programma di prendere una residenza all’estero, sbrigatevi. E non sto parlando del “referendum Svizzero”. Eccovi la ricetta del Magistrato della Repubblica ItaGliana Francesco Greco per “trovare i soldi” per tirare a campare:

 

dal Fatto Quotidiano

……La questione chiave, per il magistrato, non è tanto il riciclaggio (???? ehhhh), usato “per trasformare i fondi della mafia in soldi dell’economia reale”, quantol’esportazione di capitali legali in “Svizzera e poi nei paradisi fiscali, come le Cayman“, perché “quelli sono fondi sottratti all’economia del Paese e allo sviluppo”. Partendo dal presupposto che “la madre di tutti i mali è l’evasione fiscale”, per Greco urge “fare una sorta di patrimoniale per chi ha portato i soldi all’estero“. Una misura che dovrebbe precedere “i tre modi classici” con cui lo Stato recupera risorse, ovvero attraverso “spending review, pensioni e stipendi”. In Italia, ha ricordato poi il pm, “abbiamo fatto diversi scudi fiscali e quei soldi sono rientrati per poco, e spesso lo stesso giorno sono subito riusciti dal Paese dopo aver pagato percentuali basse” a livello fiscale. …..

Avete capito.

Secondo il Fatto quotidiano, un esponente della super casta, super pagata, con super pensioni e 60 giorni reali di ferie all’anno chiamata magistratura propone non tanto di perseguire il riciclaggio ma di fare un patrimoniale sui capitali legali che vanno in svizzera e poi nei paradisi fiscali.

…. cioè secondo questo populista dell’ultima ora ci sarebbe gente che esporta capitali LEGALI alle Cayman???? Ma quando mai!

Quindi alla via così, dopo l’evasore fiscale il nuovo untore è l’esportatore legale di capitali in Svizzera.

Mi auguro che sia un errore di trascrizione del Fatto Quotidiano, non fosse così non resta che la fuga, l’addio all’Italia. Ricordatevi, si comincia sempre così, una affermazione fuori dal mondo, che piano piano viene ripetuta sempre di più fino a diventare un pensiero mainstream, e poi diventa legge.

Mi dispiace, non sapete quanto mi dispiace cari amici residenti in italia. Vi stanno togliendo tutto, foglia dopo foglia.

Siate Consapevoli, Siate Preparati. E lasciate Francesco Greco a marcire con i compagni che merita.

 

*Link alla fonte: http://www.rischiocalcolato.it/2014/02/il-magistrato-franceso-greco-propone-la-patrimoniale-sui-capitali-legali-allestero.html

 

Post suggeriti
Mostrati 8 commenti
  • Mauro Gargaglione
    Rispondi

    E’ evidente che non si può applicare una patrimoniale ai soldi esportati di nascosto alle Cayman. Se sono esportati di nascosto come fai a individuarli? E come fai a stabilire che sono 120 mld, o 280 o 740? Ognuno spara la cifra che gli fa comodo.

    Quindi questo discorso allucinante serve a preparare la strada alla tassazione dei capitali TRASFERITI IN CHIARO, cioè regolarmente tracciati e legali. Tant’è che lo dice anche Greco. Sono soldi LEGALI.

    Sono per esempio i risparmi, le liquidazioni, i proventi di un appartamento venduto. Sono i 100mila, 200mila, 500mila euro, che un persona dopo anni di lavoro ha risparmiato, su cui ha pagato le tasse e che non vuole vedere martoriati da continui prelievi.

    Allora cosa fa? Fa l’onesto cittadino e li trasferisce legalmente all’estero. Poi arriva questo individuo e comincia a dire che gli onesti patrioti li devono lasciare in una banca italiana, a disposizione di Amato o Saccomandi, altrimenti non sono onesti cittadini. Quindi li minaccia di prelievo perchè sa quanti sono e dove sono.

    E un sacco di babbei ci casca in pieno, perchè di punire le banche e gli evasori veri gli frega nulla, ma punire il vicino di casa che ha fatto i quattrini onestamente, lo fa godere come un riccio …

  • Albert Nextein
    Rispondi

    Questo personaggio, a suo tempo, ha perso un’occasione ottima per svolgere un’attività più confacentegli.
    Lo stradino.

  • FrancescoL
    Rispondi

    Questo magistrato è un pericoloso parassita, chi ha esportato capitali legalmente però ha commesso un errore, si è fidato di questo stato, per me avrebbe dovuto pensare che una volta “in chiaro” quei soldi non sono più sicuri, se chi governa decide che gli servono diventano loro

  • Fabio
    Rispondi

    il quadro RW, della dichiarazione dei redditi, colpisce ancora!!

    e siamo solo agli inizi, con la Voluntary Disclosure stanno preparando la prossima mossa.

  • Stefano Nobile
    Rispondi

    Era ovvio che il quadro RW servisse a depredare la gente onesta.
    Ma in fin dei conti, scusate, cosa volete che dica uno come Greco? §
    “Tagliateci lo stipendio e fateci finalmente lavorare in modo serio”? Ma stiamo scherzando? E’ la pacchia e volete che ci rinuncino? Non finché possono mungere la vacca.

  • William
    Rispondi

    In Francia la “impôt de solidaritè sur la fortune” conta nella base imponibile sin dall’incezione anche i capitali detenuti all’estero.

    Il passo che ci porta a questa ennesima porcata è breve.

  • renato.drg
    Rispondi

    Il problema non la tassazione dei capitali all’estero, ma impedire che i capitali vengano portati all’estero dai furbi tanto cari al liberismo e tra questi ci sono in ploe position i super ricchi.

  • charlybrown
    Rispondi

    Il sig Greco, assieme probabilmente a molti italiani, non si è ancora accorto che la patrimoniale sui capitali legali all’estero è già stata introdotta da Monti: si chiama IVAFE.
    Copio e incollo dal sito delle entrate:

    Le persone fisiche residenti in Italia che detengono all’estero attività finanziarie devono versare un’imposta sul loro valore: l’Ivafe.

    L’imposta si applica su queste attività finanziarie:

    partecipazioni al capitale o al patrimonio di soggetti residenti o non residenti, obbligazioni italiane o estere e i titoli similari, titoli pubblici italiani e i titoli equiparati emessi in Italia o all’estero, titoli non rappresentativi di merce e certificati di massa (comprese le quote di Oicr), valute estere, depositi e conti correnti bancari costituiti all’estero indipendentemente dalle modalità di alimentazione (per esempio, accrediti di stipendi, pensione o compensi) contratti di natura finanziaria stipulati con controparti non residenti, tra cui, finanziamenti, riporti, pronti contro termine e prestito titoli, nonché polizze di assicurazione sulla vita e di capitalizzazione stipulate con compagnie di assicurazione estere
    contratti derivati e altri rapporti finanziari stipulati al di fuori del territorio dello Stato
    metalli preziosi allo stato grezzo o monetato
    diritti all’acquisto o alla sottoscrizione di azioni estere o strumenti finanziari assimilati
    ogni altra attività da cui possono derivare redditi di capitale o redditi diversi di natura finanziaria di fonte estera.

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca