In Anti & Politica, Economia, Libertarismo

DI FABIOFLOS*

Carissimi

come sapete l’Affair MPS si complica. Le autorità inquirenti hanno confermato l’indiscrezione de “Il Giornale” secondo la quale, a fronte di un prezzo comunque gonfiato per Antonveneta pari a 9 miliardi di euro, la bancha Senese ne avrebbe versati, tramite bonifici, 17 miliardi, con un extra pagamento pari a 8 miliardi. Quisquillie, è come se , per errore, pagaste 17 euro una cravatta con il cartellino del prezzo con scritto 9… ed il cassiere accettasse il pagamento. Naturalmente questa “Piccola” differenza ha fatto sorgere il dubbio, direi legittimo, che dietro ad essa si nasconda la più grande tangente, o la più grande appropriazione indebita, della storia italiana, grande come TUTTA L’IMU versata dai contribuenti, una cosa talmente scandalosa da fa apparire Belsito, Fiorito e compagnia cantante un gruppo di scolaretti irrequieti che combinano qualche piccola marachella. Però nessuno sottolinea un fatto ancora più eclatante: L’INUTILITA’ AI FINI DELLA SICUREZZA E DEI CONTROLLI DEL DIVIETO DI PAGAMENTO IN CONTANTI. Nonostante le segnalazioni alla Banca d’Italia, nonostante già da tempo piccoli azionisti lanciassero grida di dolore per le condizioni della banca, nonostante questi movimenti fossero enormi NESSUNO HA NOTATO NULLA, e tutti hanno messo la testa nella sabbia, come gli struzzi.  Il fatto che si fosse utilizzato lo strumento elettronico ha reso la transazione bancaria UNA TRANSAZIONE IN MEZZO A TANTE ALTRE. Un numero in mezzo ad un milione di altri numeri.

Quindi la più grande tangente italiana è stata realizzato CON UN MEZZO TEORICAMENTE PERFETTAMENTE TRACCIABILE. Paradossalmente se i pagamenti fossero stati in contanti sarebbero stati MOLTO PIU’ EVIDENTI, COMPLESSI E TRACCIABILI.

 

Quindi ricordate: chi vi dice che con i pagamenti elettronici si estirpano corruzione ed evasione VI INGANNA: semplicemente si rendono meno evidenti i movimenti occulti delle banche.

Quindi: SIATE LIBERI E SIATE ONESTI, e pagate in contanti !

 

*Link all’originale: http://www.rischiocalcolato.it/2013/01/la-miglior-pubblicita-per-contante-libero-il-caso-mps.html

 

Post suggeriti
Mostrati 3 commenti
  • Dexter
    Rispondi

    Guarda caso il maggior sostenitore della limitazione del contante è Bersani.

  • roland
    Rispondi

    ..proprio vero..bonifici da miliardi di euro e nessuno ha visto niente..quasi che ce ne fossero tutti i giorni…addirittura verso destinazioni strane…
    nessuno si è accorto di nulla..banca d’italia.. non è scattato nessun allarme..nessuna segnalazione..nessuna lampadina accesa…e tutti quelli che dovevano vigilare.. ??? in compenso..se ognuno di noi si trovasse con mille eurini in contanti in tasca ( un prelievo da bancomat insomma ) dovrebbe dare molte spiegazioni……

  • pippo pg
    Rispondi

    Nessuno garantisce oltretutto che il sistema elettronico di gestione del denaro si aprivo di falle di sicurezza che consentano forme di appropriazione indebita dall’esterno o dall’interno da parte di dipendenti e funzionari corrotti.
    Come giustamente si fa notare nell’articolo tutte queste transazioni avvengono in maniera virtuale e di conseguenza chi detiene il potere di amministrazione e di eventuale modifica del sistema detiene anche il potere di falsificare i dati in maniera relativamente “facile”.
    “ogni sistema ha un bug che si trova tra la tastierae la sedia” se poi è un banchiere …..
    Comunque io frenerei gli entusiasmi… sappiamo come andrà a finire…la passeranno liscia esattamente come l’hanno passata liscia con mani pulite.
    17 miliardi ….parecchi hanno chiusi entrambi gli occhi …. la massoneria con ogni probabilità c’è dentro fino al collo e forse c’è di mezzo anche qualche eclesiastico. Troppa gente …Troppi nomi grossi… urge una soluzione “politica” come per mani pulite .Berlusconi è in rimonta e quando i dirigenti del pd si renderanno conto che il “dado e tratto” troveranno un accordo sottobanco con il pdl…che avrà la sua fetta.

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca