In Anti & Politica, Economia, Esteri

DI MATTEO CORSINI

“I super-ricchi devono andare al diavolo, Putin ha le sembianze del diavolo e dunque Depardieu è sulla direzione giusta”. (N. Vendola)

Secondo Nichi Vendola, alleato del Pd e probabile componente della maggioranza di governo dopo le elezioni del 24-25 febbraio prossimi, “i super-ricchi devono andare al diavolo”. Nel caso specifico si riferiva a Gerard Depardieu, che pochi giorni fa ha ottenuto il passaporto russo e che da qualche mese ha apertamente polemizzato con il governo francese per la sua idea di tassare al 75 per cento i redditi superiori a un milione di euro.

Tanto per avere un’idea chiara, se ancora non lo fosse a sufficienza, delle prospettive fiscali per gli anni a venire, a cominciare dal 2013, il riepilogo è il seguente: Bersani è da tempo sostenitore di una patrimoniale “sui grandi patrimoni immobiliari”; Monti, che le patrimoniali sulla casa e sugli investimenti finanziari le ha già introdotte nel 2012, è anch’egli favorevole a una (altra) non meglio dettagliata imposta patrimoniale.

Peraltro si è anche affrettato a chiarire che è bene non parlarne, per evitare poi di introdurla quando chi dovrebbe pagarla ha già preso le opportune misure a difesa di ciò che legittimamente gli appartiene.

Vendola, dal canto suo, vorrebbe addirittura che i “super-ricchi” andassero al diavolo, ossia all’inferno.

Non (mi) è peraltro chiaro quali parametri rendano un patrimonio immobiliare “grande” o una persona “super-ricca”. E non sono dettagli da poco. Il rischio concreto è che, per esigenze di gettito, quel “grande” e quel “super” siano in realtà qualcosa di molto simile al “medio”. Non sarebbe la prima volta.

Non voglio stare a discutere sul fatto che Putin abbia o meno “le sembianze del diavolo”; certamente l’aria che tira in Russia è abbastanza pesante per un libertario (e non solo, mi permetto di aggiungere). Tuttavia, dal punto di vista fiscale, l’inferno russo è per l’europeo medio – specie se italiano – qualcosa di molto simile al paradiso. Un’imposta sui redditi con aliquota flat al 13 per cento è un vero miraggio da queste parti.

Ecco, allora, che Vendola dovrebbe fare chiarezza: dice da sempre di essere contrario ai paradisi fiscali, e si dovrebbe supporre che per lui un posto dove si paga un’aliquota del 13 per cento sui redditi rientri nella definizione di paradiso. Tuttavia, sostiene che il capo di quel posto ha le sembianze del diavolo. Confesso che la cosa mi confonde un po’, ma credo che Depardieu non rimpiangerà il passaggio dal paradiso francese all’inferno russo (o viceversa?).

 

Post suggeriti
Mostrati 9 commenti
  • Fabio
    Rispondi

    visto che fanno la guerra al contante e vorrebbero addirittura dichiarare illegale ogni pagamento superiore anche ai soli dieci euro, si fa presto a capire chi vorrebbero colpire: chiunque non sia lavoratore strettamente dipendente con stipendio netto superiore ai 600 euro mensili

  • Marco Tizzi
    Rispondi

    Ma i super-imbecilli non se ne devono andare a fare in culo?
    Questo è un altro che mantengo io, porca puttana, ma quanto possono riuscire ancora a farmi incazzare?

  • Albert Nextein
    Rispondi

    In un mondo normale uno come vendola non avrebbe che una considerazione del tutto minima, e superficiale.
    Un personaggio pressocché inutile.

  • Dont'tread on me!Fuck Nwo!
    Rispondi

    W la Russia!Eh intanto noi siamo schiavi dei parassiti a stelle e strisce con le loro basi NATO e della loro arroganza parassitaria imperialista.Liberiamoci:Yankees go Home!Nessun soldo estrorto dalle nostre tasche x il terrorismo Usa e di Sion!Basta guerre,fuori gli amerikani e la fottuta NATO!Fuori anche dall’Ue!I parassiti a stelle e strisce e i sionisti vivono alle nostre spalle,rubandoci i soldi x le loro guerre e le loro violenze terroristiche,dirette o sotto false flag(la loro organizzazione Al Quaeda ecc)ora vogliono distruggere la Russia e schiavizzarne il popolo,ma come non ci sono riusciti i loro antenati Napoleone e Hitler,non ci riusciranno loro,e il loro governo mondiale che sognano non arriverà!Grande Depardieu,ha fatto bene a sfuggire dalle morse del massone sionista e guerrafondaio imperialista burattino dei Rothschild Hollande e dal parassita ministro delle finanze,che vuole le tasse al 75 x cento e intanto proprio ieri si è scoperto essere un grande evasore e parassita sociale.Fermiamo i terroristi banksters che con l’usura ci schiavizzano e i loro servi politicanti che vogliono distruggere la libertà nel nome dello stato globale bancario.

  • Sigismondo di Treviri
    Rispondi

    Se in una cosiddetta Nazione, tipi come Vendola e Bersani ancora risquotono consensi, vuol dire che l’unica salvezza è andarsene. I super ricchi devono andare al diavolo. Bene! Così rimarranno solo i super poveri, con buona pace degli idioti che ancora credono alla giustizia sociale ed ai suoi profeti.

  • Giuseppe
    Rispondi

    Inoltre Vendola ha mandato al diavolo se stesso: se non è ricco lui con tutti i soldi e i privilegi che prende come governatore della Puglia…

  • W la Libertà
    Rispondi

    Immaginate soltanto una situazione in cui, che so, un Berlusconi avesso detto:

    “I forci vadano al diavolo”

    O un Maroni che dice:

    “I negri vadano al diavolo”

    Putiferio…

    Incivile, razzista, sei un pezzo di merda! Chiedi scusa! In galera! In galera! A morte! A morte!

    Così si sarebbe comportato il popolo buonpensante e politically correct.

    Però se lo dice Vendola dei ricchi (o dei super-ricchi, come se esistessero super-froci e super-negri) allora non succede nulla, ha quasi ragione, è ammesso, o al massimo era una battuta un po’ forte ma giusta…

    Se lo dice Vendola non è razzismo…

    Basta un coro razzista o una dichiarazione contro i gay, che ti si lanciano contro come un carramato per abbatterti…si urla alle leggi anti-razziste e anti-omofobe…

    Propongo dunque, per quei valori anti-razzisti e di uguaglianza di cui si riempono le bocche i politicanti sinistrosi e non solo, di istituire una legge contro la riccofobia, per porre fine a questo odio classista nei confronti di guadagna di più, e per mettere a tacere quella sorta di orifizio orale spruzza merda che Vendola chiama bocca.

    Quanti mi appogeranno?

    • Sigismondo di Treviri
      Rispondi

      Io ti appoggio, ma l’odio per i gay e per i negri non è un fatto genetico, l’invidia per i ricchi si e un pensiero si può cambiare, il DNA no.

  • pippo pg
    Rispondi

    Depardieu se ne è andato dalla Francia, l’Italia se vada dall’Europa

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca