In Esteri

venezuelacartaigienicaLETTI PER VOI

I venezuelani andranno a fare la spesa consapevoli di essere osservati dal “Grande Fratello” bolivariano, il quale si assicurerà che non acquistino lo stesso prodotto due volte lo stesso giorno, anche se in supermercati differenti. Finora, i negozi avevano affisso all’ingresso un cartello che invitava all’acquisto di due o tre unità dello stesso prodotto a persona, ma ora il razionamento sarà modernizzato con telecamere e chip digitali.

Il nuovo sistema automatizzato che applicherà il governo regionale rientra nel “Plan Antibachaqueo”, finalizzato a garantire la sicurezza alimentare e ad evitare il contrabbando di alimenti al di fuori dei confini venezuelani.

Il piano, riportano i media locali, è stato presentato dal segretario generale del governo, Blagdimir Labrador, secondo il quale i giorni scorsi ha avuto luogo una riunione con le maggiori catene di supermercati del paese che, a partire dal 10 giugno, dovranno dotarsi delle necessarie apparecchiature e rendere effettive le nuove misure.

Il progetto pilota ha già interessato 65 supermercati dei municipi di Maracaibo e San Francisco.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Sono venti i prodotti la cui vendita è ristretta. Tra questi, carta igienica, assorbenti, saponette, pannolini, dentifricio, latte, riso, olio, farina e zucchero.

Il governo di Nicolás  accusa l’opposizione guidata da Henrique di orchestrare una campagna mediatica per aumentare la domanda di questi prodotti e creare malcontento tra la popolazione.

Secondo la Banca Centrale del , l’indice di scarsità è salito al 21% nel mese di aprile. Ciò equivale a dire che su 100 beni, 21 non si trovano, il numero più alto da quando la banca ha iniziato a monitorare il fenomeno nel 2009.

TRATTO DA: http://atlasweb.it

Post suggeriti
Mostrati 7 commenti
  • Dexter
    Rispondi

    Ancora una volta il socialismo riduce la gente a fare la fila per la carta igienica…

    • Alessandro Trametti
      Rispondi

      Invece il liberismo ci permette di avere tutto però senza poterlo comprare.
      Complimenti vedi un po te per gli ultimi cosa è peggio.

      • francesco
        Rispondi

        menti sapendo di mentire

  • Maciknight
    Rispondi

    In Italia per procurarsi la carta igienica basta andare nelle scuole dove abbonda … potrebbero fare degli scambi “culturali” tra la repubblica bolivariana e la nostra partitocratica mafiosa

    • Stefano Nobile
      Rispondi

      ma se ad ogni inizio dell’anno scolastico ci rompono le palle con “i contributi per le piccole spese, tra cui: carta da fotocopie, toner, carta igienica, ecc.”
      Tra l’altro non mi risulta che i bagni scolastici siano frequentati da orde di ragazzi in preda al cagotto. Direi piuttosto che tendono a tenersela fino a casa.

    • FrancescoPD
      Rispondi

      precisiamo che la carta igienica nelle scuole manca non perchè in italia non ci sia per carenza di fabbriche, ma perchè gli statali si fottono tutti i soldi destinati all’istruzione.
      Chiamasi stipendificio di stato,.. cosa ben diversa dalla penuria di beni di consumo del Venezuela. … appunto le molteplici facce delle meravigliose virtù del socialismo reale.

  • Christian
    Rispondi

    Spero che ha nessuno cada un bottiglia di olio.

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca