In Anti & Politica

URSSDI VALENTINA CAVINATO

Ieri sera si discuteva con amici sul comportamento delle masse e lo si faceva analizzando ovviamente la storia, soprattutto il pezzo di storia che va dal crollo del muro di Berlino ad oggi.

Il comunismo è un sistema che ha fallito ovunque, questo i comunisti lo sapevano bene e lo sanno ancora. Molti italioti si erano illusi che, dopo le picconate al muro, ce li saremmo finalmente tolti di dosso. Quando dicevo che buttandoli fuori dalla porta, sarebbero rientrati dalla finestra, tutti mi davano contro. Purtroppo non mi sbagliavo.

Infatti è successa una cosa allucinante. Questi fenomeni machiavellici hanno saputo importare da noi lo stesso sistema dell’URSS, un’importazione lenta ma inesorabile, una specie di goccia a goccia, hanno messo lo smoking al comunismo e l’hanno chiamato “DEMOCRAZIA”.

Il popolo oggi ama la democrazia, glielo hanno inculcato in tutte le salse, che la democrazia è una bella cosa. Ci fanno votare, ci fanno comprare una casa… Cosa volete di più? Ma quanti di voi si sono chiesti cosa comporti questo abominio? Siete sicuri di essere davvero padroni della vostra vita? Siete davvero proprietari della vostra casa? Vi siete fatti il mazzo, facendo le formichine e vi ritrovate con un’appartamentino di vostra proprietà, ma sappiate che quell’appartamentino non è vostro! Lo STATO LADRO ve lo tassa e se non pagate ve lo porta via. Riuscite a capire?

Nell’URSS le pecore pascolavano all’interno di un recinto con il filo spinato, coscienti di non essere libere, in democrazia sono invece riusciti a privarci della libertà, senza che il popolo se ne rendesse conto.

Ecco perché non ne usciremo vivi. Non ne usciremo vivi, perché la massa è stata dotata di un bel paraocchi e non ha nessuna intenzione di toglierselo. La buffonata di ieri sulla legge elettorale è la cartina tornasole di ciò che asserisco.

Meditate gente, meditate…

Recommended Posts
Showing 4 comments
  • Marco Tizzi
    Rispondi

    Buonasera Valentina,

    leggi qui:

    http://italia.pravda.ru/world/04-12-2006/3956-0/

    Leggi la data e spaventati pure.
    Per Unione di Repubbliche Socialiste occore prima che lo diventi ogni singola repubblica. Poi si fa lo Statone e voilat.

  • Pedante
    Rispondi

    Quando il lavaggio del cervello di massa non funzionerà più vedremo la stessa crudeltà e brutalità che caratterizzavano l’URSS.

  • Sigismondo di Treviri
    Rispondi

    L’URSS è stato un esperimento. Hanno tolto alla gente la libertà, la proprietà, la dignità, la speranza. L’esperimento è riuscito. Nessuno si è ribellato. Adesso il sistema viene esportato in Europa. Sarà peggio che in Unione Sovietica. In URSS dicevano che non c’era libertà perchè non potevano permetterselo. Qui dicono che c’è libertà e la gente gli crede. Come diceva Socrate, quando un uomo perde la libertà, gli dei fanno in modo che perda anche il desiderio di riacquistarla. La stessa cosa vale per i popoli. E quando neanche si accorgono di averla persa, è molto, ma molto peggio.

  • FrancescoL
    Rispondi

    Di ritorno dal Mises Circle di Houston mi trovo totalmente d’accordo, il muro di Berlino e’ caduto dalla parte sbagliata….

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search