In Anti & Politica

ALFANOLETTADI MATTEO CORSINI

“Il presidente del Consiglio incaricato Matteo Renzi sta cercando fin dall’inizio del suo mandato un ministro dell’Economia ‘politico’. L’opinione pubblica in questi giorni ha potuto constatare quale interesse i ‘cosiddetti’ poteri forti abbiano manifestato proprio su questo dicastero. Io credo che l’unico uomo politico, allo stato, che possa essere autorevolmente proposto a tale incarico è Angelino Alfano: moderato, qualificato e soprattutto attento alla condizione sociale del Paese”. (M. Baccini)

Mario Baccini, parlamentare del Nuovo Centro Destra, deve aver pensato che con l’impazzare del toto-ministri l’unico modo per attirare un po’ di attenzione su se stesso fosse spararla più grossa di tutti gli altri (una gara dura, peraltro). Non credo possa spiegarsi altrimenti la candidatura da parte sua del leader di NCD, Angelino Alfano, ad assumere la carica di ministro dell’Economia. Sarà pur vero che Renzi vorrebbe un ministro “politico”, ma è alquanto improbabile che scelga una persona proveniente da un partito solo momentaneamente alleato. Per di più un minimo di dimestichezza con la materia di cui si dovrà occupare questo “politico” sarebbe bene ce l’avesse.

Probabilmente Baccini è convinto che Alfano ce l’abbia, dato che lo definisce “qualificato”. Sta di fatto che, nonostante faccia politica da vent’anni, non mi risulta che si sia mai occupato di tematiche economiche. Né il suo ex mentore Silvio Berlusconi (che oggi lo considera un utile idiota del PD) gli ha mai affidato incarichi che avessero a che fare con le materie di cui si occupa un ministro dell’Economia. Non si può negare, peraltro, che i ministri che hanno occupato la poltrona più importante di via XX Settembre negli ultimi vent’anni (per restare alla storia recente), tecnici o politici che fossero, pur avendo una qualche competenza in materia, si siano limitati per lo più ad aumentare le tasse. E, come sosteneva Maffeo Pantaleoni, “qualunque imbecille può inventare e imporre tasse”. Che sia questa la chiave di lettura con cui interpretare la sparata di Baccini?

Post suggeriti
Commenti
  • Albert Nextein
    Rispondi

    Politicamente alfano non esiste più.
    Ad elezioni scomparirebbe.
    E’ uno zombie che una sinistra fradicia tien su nel tentativo di combinare qualcosa.

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca