In Anti & Politica

ficorobertom5sDI LEONARDO FACCO

I grillini sono davvero la “crème de la crème” dell’italianismo pappone. Se poi si permette loro di poggiare le chiappe su una sedia che conta, ecco che allora non sono molto diversi da un Mastella qualsiasi.

Leggo in una rassegna stampa: «Roberto Fico sostiene che con questo taglio “si vuole attaccare una struttura pubblica portando alla svendita di Rai Way. Si poteva mettere a reddito i lavori di ristrutturazione delle antenne avvenuta negli anni scorsi, investendo nella rete 4G. Così invece si obbliga l’azienda a deprezzare un pezzo delle proprie strutture. E infatti il M5S l’11 giugno sarà in piazza insieme ai lavoratori della Rai, appoggiati anche da Cgil, Cisl e Uil». 

Vi chiedo: ma non erano quelli del Movimento 5 stelle che “guai a non rispettare la democrazia diretta”? L’irascibile Fico dovrebbe, per mandato, far rispettare quel che “il poppppolo italiano” decise addirittura nel lontano 1995. Che accadde allora? Tramite referendum venne chiesto ai cittadini (ormai i grillini sono onorevoli altro che “cittadini”) se erano favorevoli alla abrogazione della norma che definisce pubblica la RAI, in modo da avviarne la privatizzazione. Ecco il quesito a suo tempo posto: Volete Voi l’abrogazione:

a) dell’art. 2, comma 2, della legge 6 agosto 1990, n. 223, recante “Disciplina del sistema radiotelevisivo pubblico e privato”, limitatamente alle parole “a totale partecipazione pubblica”;

E come votarono i cittadini, quelli che “uno vale uno”? Così:

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Risultati

Voti  %
RISPOSTA AFFERMATIVA 13 736 435 54,90%
RISPOSTA NEGATIVA NO 11 286 527 45,10%
bianche/nulle 2 784 234
Totale voti validi 25 022 962 100%

Oh “Mon Dieu”, il poppppolo ha chiesto che quel carrozzone clientelare denominato RAI fosse privatizzato! Ma che han fatto in vent’anni i fichissimi predecessori del Fico? Se ne sono fottuti, proprio come vorrebbe fare lui stesso oggi, appoggiando lo sciopero dello sciame di parassiti che alberga nella tv pubblica.

Morale? “Non ho mai conosciuto uno che non valesse un fico secco e che non fosse irascibile”. Lo diceva quel “fico” di Ezra Pound, che non era certo un anarco-capitalista. 

P.S. per libbberali: A sostegno dello sciopero dei paRAIssiti anche Forza Italia”! 

——————————————————

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI

PRENOTA L’ULTIMO LIBRO DI LEONARDO FACCO, SOLO 100 COPIE NUMERATE E AUTOGRAFATE

Recent Posts
Showing 13 comments
  • leonardofaccoeditore
    Rispondi

    :-) Ancor di più oggi che, finalmente, Boldrin ha ammesso di essere un coglione!

  • Marco Tizzi
    Rispondi

    Il peggio che avanza…

    Ah no, aspetta. Non avanza più! Anzi arretra!
    Speriamo sparisca in fretta, va, che ci ha già fatto perdere troppo tempo.

    • Mario
      Rispondi

      E che arretramenti!

  • Albert Nextein
    Rispondi

    E’ giusto e necessario ricordare i referendum di 20 anni fa.
    Meglio è cessare il pagamento dell’imposta patrimoniale sul possesso di strumenti atti al ricevimento delle trasmissioni radio-televisive, altrimenti denominata canone Rai.
    Poi vedi che si sbrigano a rispettare il volere della gente.
    Se ai politici togli i soldi cambia tutto.

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      Tutto sta lì, ecco perchè l’evasore è un eroe

  • leonardofaccoeditore
    Rispondi

    ahhaha

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      Se hai intenzione di venire là, fammi sapere. ;-)

  • Mario
    Rispondi

    Non ci sono speranze, non ci sono speranze proprio.

  • luigi bandiera
    Rispondi

    Fanno scipero in RAI invece di aumentare il segnale dato che a volte non si vede nulla.
    A parte che la guardo poco o niente sebbene paghi la tassa di possesso… pero’ quelle Mediaset rarissime volte manca il segnale. La RAI invece anche sintonizzando i canali non li memorizza per scarsita’ di segnale.

    Quindi doppia beffa per me PAGATORE e per il segnale e per lo sciopero operaio.

    A quando via la TASSA DI POSSESSO..??

    A QUANDO LA RAI PRIVATA..???

    Dura minga, dura no…

  • antonio
    Rispondi

    La vendita di Raiway cosa c’entra con il risparmio? magari spendere meno per i programmi endemol?

  • luigi bandiera
    Rispondi

    Le leggi LITAGLIANE (da Litaglia da non confondere con L’ITAGLIA… ah ah) sono intanto troppe, poi sono ingarbugliate tanto da far si che il cittadino sia sempre tenuto in scacco pronto ad essere mangiato vivo o messo in galera.

    Se si pensa che se per caso uno si difende sparando per legittima difesa, poi entra nel tunnel della disperazione perche’ NON GLI E’ CHIARO se ha fatto bene o male a tentar di SOPRAVVIVERE.

    Queste istituzioni LITAGLIANE sono state pensate da dei fuori di testa… purtroppo sono anche elogiati e passati per intellighenti.

    Le regole per convivere civilmente sono proprio rispettanti il diritto Don Romagno: pe magna’ le leggi si applicano contro il nemico o oppositore e si ignorano per l’amico. Tale quale come fanno le mafie.

    Credo che tutti noi cittadini della LITAGLIA, quindi litagliani, siamo degli evasori fiscali per cui se gli gira a qualcuno siamo prossimi al patibolo.

    Bisogna BUTTARE IL CALZINO E NON RIVOLTARLO CHE NON SERVE PIU’..!!

    Viva LITAGLIA..!!

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search