In Anti & Politica, Esteri, Libertarismo

ghhjdi MICHAEL S. ROZEFF*

L’America è un paziente molto malato con un tumore curabile, il quale se non curato ne causerà la sua morte. Il cancro è l’Unione o lo Stato noto come gli Stati Uniti. Più comunemente l’Unione e gli Stati Uniti sono indicati come il governo degli Stati Uniti, il governo federale o semplicemente il governo.

E’ l’organismo istituito dalla Costituzione che amministra i poteri descritti in quella Costituzione. L’eliminazione graduale e lo scioglimento del governo degli Stati Uniti può essere fatto con mezzi costituzionali, eliminando il cancro e ripristinando un livello di salute.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Terminare l’Unione certamente non curerà tutti i mali dell’America, perché essi risalgono ad idee false e sbagliate…

CONTINUA A LEGGERE QUI

Post suggeriti
Mostrati 13 commenti
  • Pedante
    Rispondi

    “La Costituzione non rappresenta alcuna minaccia alla nostra forma di governo”.

    Joe Sobran, ex articolista di National Review.

  • Pedante
    Rispondi

    http://fc04.deviantart.net/fs71/i/2013/060/0/9/the_fabulous_frankenstein_s_monster_by_sbsiceland-d5wm6be.jpg

    La rianimazione americana? Un mostro di pezzi rabberciati alla meglio, ibrido iberoamericano, caucasico, asiatico, ebreo, nero e indigeno, con altissimi rischi di rigetto. Certe cose meglio lasciarle ai film.

  • Marco
    Rispondi

    E infatti, Detroit, la “Capitale dell’auto”, è in bancarotta e migliaia di cittadini statunitensi sono costretti a vivere in baraccopoli di fortuna simili a certe favelas brasiliane, senza servizi essenziali, quali luce, riscaldamento e cure mediche essenziali.
    Sarà per questo che il loro Presidente sta muovendo guerra a tutto l’orbe terraqueo?
    Speriamo che quest’Inverno non si manifesti in modo particolarmente rigido…

    • Pedante
      Rispondi

      Puoi togliere gli africani dall’Africa ma non puoi togliere l’Africa dagli africani, ah ah. Del resto i discendenti degli immigrati giapponesi in Brasile e Perù hanno dato prove di essere gli stessi cittadini laboriosi, disciplinati e ordinati dei loro connazionali di Tokyo. Non per loro le favelas.

      • Pedante
        Rispondi

        Detroit è la città più nera degli Stati Uniti, per chi non lo sapesse.

      • Marco
        Rispondi

        No, Pedante, le immagini che abbiamo visionato mostravano chiaramente dei cittadini di Detroit di pelle bianca, senza lavoro e senza alcun sussidio, a parte quello percepito dai genitori.
        Non mistifichi la realtà, per favore, se non altro per rispetto per questa povera gente che sta vivendo nell’indigenza più assoluta.

        Ma cosa c’entra l’Africa, scusi?

    • Pedante
      Rispondi

      Se è guerrafondaio il kenyiota non è certo colpa dei fratelli neri.

      • Pedante
        Rispondi

        “keniota”

  • Pedante
    Rispondi

    http://mises.org/misesreview_detail.aspx?control=117

    Michael Levin sostiene che per contrastare l’assistenzialismo bisogna prima esaminare le sue (erronee) premesse fondamentali.

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca