In Anti & Politica, Esteri

jdi RYAN W. MCMAKEN*

La scorsa settimana il Pew Research Center ha riferito che il tasso di omicidi è quasi dimezzato da 7 per 100 mila persone nel 1993 a 3,6 per 100 mila persone nel 2013. Nello stesso periodo, le morti da pistola complessive (compresi gli incidenti e i suicidi) sono diminuiti di un terzo da 15,2 a 10,6 per 100 mila persone.

jj

j

Nonostante questo report Pew, il pubblico americano è convinto che gli omicidi e le morti da pistola sono in aumento negli Stati Uniti. Coloro che pensano che la violenza è sempre peggio probabilmente devono guardare meno la televisione e invece guardare intorno a loro….

CONTINUA A LEGGERE QUI

Post suggeriti
Mostrati 3 commenti
  • Pedante
    Rispondi

    http://www.amren.com/news/2015/07/new-doj-statistics-on-race-and-violent-crime/

    Aggregare i dati statistici sulla criminalità ha senso solo quando si ha una società etnicamente omogenea, il che non vale nel caso degli Stati Uniti.

  • Fabio
    Rispondi

    infatti sarebbe sufficiente il buon senso: non vuoi le armi e non vuoi difenderti da solo? OK, ben ti sta!

    ma i contrari alle armi lo sono per le armi altrui !!
    vogliono imporre il divieto agli altri, a coloro che vorrebbero difendersi da soli.

  • Pedante
    Rispondi

    In questi giorni Ted Nugent si è trovato nei guai per puntare il dito contro i più strenui oppositori al Secondo emendamento, storicamente una misura per evitare che lo Stato diventi tiranno e non per l’autodifesa o per la caccia.

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca