In Economia, Libertarismo

DI REDAZIONE

Cosa accadrà quando assisteremo al prossimo evento in stile crack di Lehman Brother’s?

Per saperne di più potete ascoltare (o leggere il testo) questo video, una intervista a James Turk che ci spiega cosa potrebbe accadere al prossimo giro della crisi, allorquando gli Stati dovranno salvare qualche altro bancarottiere.

Dove finiranno i soldi dei risparmiatori?

La liquidità finirà ancora per essere allocata nei titoli di Stato vari?

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

E l’oro che ruolo giocherà?

Guardate il video (in inglese) 

[yframe url=’https://www.youtube.com/watch?v=ajjXXR33AFg’]

DELL’INTERVISTA C’E’ ANCHE L’INTERRA TRASCRIZIONE QUI: http://www.goldmoney.com/video/embry-turk-interview.html

Recommended Posts
Showing 7 comments
  • Brillat-Savarin
    Rispondi

    Grazie Leo, per le “preziose” indicazioni che questo sito continua – gratuitamente – a dare. Mentre un patetico cantante per navi da crociera sbandiera ai 4 venti di essere il salvatore dell’Italia, mentre nel prossimo futuro continueremo ad assitere al ritepersi di manovre “tappabuchi” (a quando la prossima, Tremonti?), la gente che ha a cuore il proprio futuro farebbe bene a seguire i suggerimenti di John Embry e di James Turk. Buon Ferragosto a tutti!
    p.s.: e brutti cani senza riconoscenza, una volta che vi sarete salvati il vostro culo, almeno abbiate la buona educazione di dirci: GRAZIE!

    • Leonardo Facco
      Rispondi

      Caro Brillat hai pienamente ragione, ma capita spesso di dare le perle ai porci a volt, sbagliando ahinoi…

      • Brillat-Savarin
        Rispondi

        Caro Leo, visto il numero di commenti, credo che i “porci” abbiano qualche difficoltà a digerire le perle di saggezza in inglese…

  • zenzero
    Rispondi

    Bello ed utile

  • massimo
    Rispondi

    e chi non capisce cosa stanno dicendo???

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      mi spiace, ma certe cose si trovano solo in inglese

  • Leonardo Facco
    Rispondi

    40 ANNI FA VENNE DISTRUTTO IL GOLD STANDARD

    DI FRANCESCO CARBONE (usemlab.com)

    Oggi il sistema monetario basato su valute totalmente irredimibili compie 40 anni. Esattamente 40 anni fa Nixon distrusse per decreto ciò che rimaneva del gold standard. Il sistema monetario basato sulla proprietà del denaro, benché lungi dall’essere libero e competitivo, era stato ucciso circa 40 anni prima, per esattezza nel 1933, quando un altro presidente americano, Roosevelt, confiscando l’oro ai propri cittadini, pose le basi per la distruzione del sistema capitalistico.

    Auguriamo al sistema monetario che oggi compie 40 anni tutto il peggio negli anni a venire. Secondo le mie analisi non gliene restano molti. Speriamo con tutto il cuore che crepi il più presto possibile. Speriamo anche che si porti con sè nella tomba le banche centrali nonché quella pseudoscienza chiamata economia che viene oggi insegnata nelle università di tutto il pianeta.

    Speriamo infine che la morte del sistema monetario trascini nell’immondezzaio della storia anche gli Stati sociali, ovvero quel pessimo esperimento di gestione sociale chiamato Stato Nazione che, reso possibile solo dalle valute irredimibili, nel corso dei secoli si è trasformato non solo nel peggiore meccanismo di trasferimento e polarizzazione di ricchezza, ma anche nel peggior corruttore delle dinamiche economiche e sociali.

    L’unione politica europea che alcune elite, tramite i burocrati di Bruxells e della BCE, stanno cercando di imporre ai popoli europei, è l’evoluzione in stile sovietico dello Stato Nazione. Alla stessa maniera essa inasprisce i conflitti, trasferisce ricchezza, è corruttrice. Non a caso per realizzarsi essa ha bisogno di una valuta unica irredimibile e sta facendo leva su di essa per accelerare questo processo.

    La crisi del 2008 e quella corrente appena iniziata sono semplicemente le conseguenza finali, di lungo termine, di questo sistema monetario aberrante basato sul nulla e fondato sul debito. Costituiscono un processo spontaneo e inevitabile legato al fatto che l’istituzione sociale più importante, il denaro, già colpito nel cuore nel 1933, e trafitto nuovamente nel 1971, sta definitivamente morendo. La crisi cominciata nel 2008 non è altro che l’agonia finale di questa tragica morte causata dalle elite e dai burocrati con la complicità della quasi totalità degli economisti di regime.

    Tutto ciò che riguarda il denaro e il sistema monetario è spiegato in maniera molto semplice nel nostro libro Cosa è il Denaro di Gary North. La corruzione dilagante nelle dinamiche sociali viene trattata nel nostro libro Inflazione Malattia Primaria. La crisi prevedibile del 2008 e quanto sarebbe seguito vengono spiegati con precisione nel mio Prevedibile e Inevitabile. Le cause della crisi dei debiti sovrani europei vengono trattate nell’ultimo libro, La Tragedia dell’Euro.

    La censura mediatica ha fatto il meglio che poteva fare: non ha mai parlato di questi quattro libri, li ha sempre ignorati. Sono girati solo grazie al passaparola e al web. Anche i liberisti di noialtri, ammanicati con il sistema fallito, li hanno ignorati. Il motivo è semplice: sono i libri più importanti pubblicati in Italia per capire le cause di questa crisi, le conseguenze e le soluzioni. Comprateli, regalateli, fateli girare. Abbiamo sconti per acquisti multipli. Approfittatene. Finora sono stati un ottimo strumento di conoscenza per difendere i propri risparmi. Quando i tumulti e le rivolte sociali colpiranno anche questo paese costituiranno invece la vostra più importante bussola culturale di riferimento. Purtroppo si tratta solo di una questione di tempo.

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search