In Economia

TasseDI REDAZIONE

Il peso del fisco sul Pil europeo e’ aumentato nel 2012 al 39,4%, e l’Italia e’ fra i paesi in cui la quota e’ piu’ alta, pari al 44%. E’ quanto risulta dai dati diffusi oggi da Eurostat, sulla base dell’ultimo rapporto sul trattamento fiscale nei paesi europei.

La principale fonte dei redditi fiscali dei governi si conferma essere la tassazione sul lavoro. Il dato europeo e’ salito rispetto a quello del 2011, quando era pari al 38,8% e nell’Eurozona e’ aumentato dal 39,5% del 2011 al 40,4%. Per il 2013, le stime di Eurostat indicano che la percentuale dovrebbe salire ulteriormente in entrambi i casi. Il carico fiscale, segnala l’istituto statistico comunitario, e’ molto diverso a seconda dei paesi: da meno del 30% in Lituania, Bulgaria, Lettonia, Romania, Slovacchia e Irlanda a ben oltre il 40% in Danimarca (48,1%), Belgio (45,4%), Francia (45%), Svezia (44,2%), Finlandia (44,1%), Italia (44%) e Austria (43,1%). Nel 2012 Eurostat segnala aumenti superiori all’1% in Ungheria, Italia, Grecia, Francia, Belgio e Lussemburgo, e ribassi in Portogallo, Regno Unito e Slovacchia.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

L’istituto segnala che la principale fonte di ricavi fiscali per i governi e’ rappresentata dalle tasse sul lavoro, pari a oltre la meta’ del totale (51%); le tasse sui consumi sono state pari al 28,5% del totale e quelle sul capitale al 20,8%. L’Italia e’ fra i paesi che hanno registrato un tasso inferiore alla media per quanto riguarda le imposte sui consumi (24,7%, contro 51,1% sul lavoro e 24,2% sul capitale). In aumento nel 2012, secondo Eurostat, anche il “tasso implicito di imposizione”, che misura il carico fiscale medio reale sui diversi tipi di reddito o di attivita’ economiche (lavoro, consumi e capitale). Quello sul lavoro e’ stato pari al 36,1% del Pil contro il 35,8% del 2011 e l’Italia con il Belgio e’ il paese con il tasso piu’ alto (42,8%). (AGI)

Recent Posts
Comments
  • Sigismondo di Treviri
    Rispondi

    Dalle mie parti si dice: “Tantu va a quartara all’acqua, ca o si rumpi o si ciacca.”, Tanto va la brocca a prendere l’acqua che prima o poi si rompe o si crepa. A forza di mettere tasse, la gente non avrà più soldi per pagarle. Basta solo aspettare. Ma meglio vedere come va a finire da un altro posto.

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search