Article written by

15 Responses

  1. renata
    renata 23 luglio 2011 at 20:13 | | Reply

    ROMA LADRONA e i leghisti li a tenere aperto il SACCO !!!!!!

  2. Brillat-Savarin
    Brillat-Savarin 23 luglio 2011 at 20:15 | | Reply

    credo che queste cose possano accadere solo in itaglia. w la lega e la coda alla vaccinara! magnate, magnate che non manca molto alla carestia…

  3. zenzero
    zenzero 23 luglio 2011 at 20:34 | | Reply

    La monaca di monza: ahahahahah!

  4. Maximus
    Maximus 24 luglio 2011 at 05:39 | | Reply

    Vedo che hai letto poco i Promessi Sposi : la Monaca di Monza era proprio una mignotta tanto che si fece ” corteggiare ” dal famoso Egidio.

    Non mi aspettavo molta cultura da un tizio che ha solamente scritto nient’ altro che le solite stronzate trite e ritrite sulla lega.

    A Roma sono molto incazzati , Alemanno in primis : perche non vai a protestare nella capitale e provi a chiedergli perchè tutti i ministeri e tutte le istituzioni hanno sede lì ? ( …persino la SIAE )

    Te lo spiego : perchè i romani non sono stronzi come i padani .

    I ceti produttivi di cui tu parli , con le loro fabbrichette di merda che chiudono come mosche , si meritano di fallire dato che si sono fatte rappresentare per 40 anni dalla Democrazia Cristiana e , quando questa è caduta , hanno votato per ben 17 anni IN MASSA per il cavaliere del cazzo, nelle cui liste i riciclati Dc erano almeno la metà.

    Se ora dovranno pagare più tasse a me non me ne frega proprio niente.

    Si suicidino , come fanno gli imprenditori veneti , ma solo dopo aver pagato le tasse, i dipendenti e lasciato in ordine il tavolo.

    Sono imbevuti di calvinismo stronzo e si meritano di crepare.

    In Veneto l’ ANAS si fa pagare fino a 14000 euro all’ anno per un passo carraio mentre in Calabria il 94 % delle imprese non paga l’ IRAP.

    E tu trovi il coraggio di attaccare la Lega che avrà tanti difetti ma cerca di fare qualcosa coi pochissimi voti che i coglioni del nord gli danno ed anche a singhiozzo.

    Vai a dormire che è meglio.

  5. Roberto Porcù
    Roberto Porcù 24 luglio 2011 at 07:55 | | Reply

    A Maximus

    Io mi accorgo, forse per l’età, di essere più moderato di te.
    Volevo scriverti per complimentarmi di quello che ci hai regalato sul riscaldamento globale, (vedi 22 luglio/commento a Cortinovis) soprattutto il passo:

    “In passato la società era teo-cratica ed il popolo credeva a qualsiasi stronzata detta dai preti ( Camice nero ).
    Oggi la società è tecno-cratica ed il popolo crede a qualsiasi stronzata detta dagli scienziati ( Camice bianco ).
    Nel 1500 i pretazzi dicevano : sei un peccatore ( e chi non lo è ? ) quindi se vuoi migliorare le tue condizioni di vita nell ‘ ALDILA’ , PAGA !
    Nel 2011 gli scienziati dicono sei un inquinatore ( e chi non lo è ? ) quindi se vuoi migliorare le tue condizioni di vita nell’ALDIQUA’, PAGA !”

    Era capitato anche a me di spiegare lo stesso concetto, ma come lo hai inquadrato tu, mi pare un capolavoro.

    In merito a:

    “I ceti produttivi di cui tu parli , con le loro fabbrichette di merda che chiudono come mosche , si meritano di fallire dato che si sono fatte rappresentare per 40 anni dalla Democrazia Cristiana e , quando questa è caduta , hanno votato per ben 17 anni IN MASSA per il cavaliere del cazzo, nelle cui liste i riciclati Dc erano almeno la metà.”

    Ti faccio notare che quella che ci hanno sbandierato come seconda repubblica, è la prima sputata, con la differenza che “i rappresentanti” si sono cambiati la camicia sporca e la targhetta sul campanello.
    Io ho una “fabbrichetta di merda” creata da me dal nulla dopo aver lavorato anni alle dipendenze di altri ed in questa ci sputo sangue. Quando mi capita di partecipare ad aste giudiziarie e vedo piccoli particolari tecnici dai quali avverto che in quel “ormai cadavere” ci sono stati imprenditori e maestranze che vi hanno messo cuore e cervello, non lo do a vedere, ma mi commuovo.
    Se i riciclati Dc erano almeno la metà con il “cavaliere del cazzo, l’altra metà erano e sono con i comunisti del cazzo, pardon, quelli sono diventati prima democratici di sinistra e poi democratici. Vedi la capacità di manipolazione dei cervelli ? Con solo tre salti, dalla peggior antidemocrazia mondiale la camicia nuova li ha “democratizzati” tutti.
    Come il gioco delle tre tavolette per i gonzi.

    Errore nostro, tuo, mio e di tutti (consolati che siamo in bella compagnia) è di aver sempre accettato una repubblica democratica che democratica non è: quando si dà un mandato di “rappresentanza” non è possibile conferire al rappresentante più potere di quello che rimanga ai Cittadini. Oggi noi diamo mandato di “padronanza”. Non esiste da parte dei Cittadini la possibilità di modificare o proporre leggi, tutt’al più si possono abrogare, ma bisogna raggiungere un quorum e, se la volontà dei sudditi non è gradita, essa viene semplicemente ignorata (responsabilità dei giudici) o manipolata (finanziamento ai partiti). E bada che al tempo, il tuo “cavaliere di merda” ancora non c’era. La repubblica italiana è una truffa, chi ha scritto la costituzione “intoccabile” si è ben fatto gli affari propri e ci ha ben campato. Mi consola la consapevolezza che tutti i festeggiamenti voluti dal Re eletto dalla Casta altro non siano che il suo canto del cigno.

  6. Maximus
    Maximus 24 luglio 2011 at 13:09 | | Reply

    Grazie per i complimenti.

    Per quanto riguarda il seguito riguardo alla politica sono sostanzialmente d’ accordo : mi pare di avere scritto che la maggior parte dei membri della seconda repubblica sono quelli della prima.

    Non intendevo certo , anche se non l’ ho scritto , dire che la sinistra è meglio della destra.

    Tu scrivi che non è possibile ai cittadini cambiare le leggi : io cercavo di spiegare che se un cittadino o un imprenditore nel 1992 lancia le monetine a Craxi e nel 1994 vota un partito ” nuovo ” che ha in lista l ‘ 80 % degli uomini dei vecchi partiti , manda un segnale ben preciso . Dice : ” …continuate come prima , cambiate la forma ma non la sostanza ! ”

    Ed è quello che Berlusconi ha fatto : non ha toccato niente.

    ( 1 Continua )

  7. Maximus
    Maximus 24 luglio 2011 at 13:16 | | Reply

    Troppo facile ora che poccorre pagare i conti , fare finta che sia colpa della casta.

    La casta siamo noi .

    Troppo facile dire che i politici sono tutti ladri e corrotti mentre la società civile e tutta sana , lavoratrice e onesta.

    La casta sono i bamboccioni.

    Ma non quelli di oggi che ne sono le vittime ed il sottoprodotto : quelli di 30 – 40 anni fa che sono andati in pensione dopo 15 anni di ” lavoro ” grazie a sindacati e imprenditori debosciati che hanno scaricato i debiti sui figli.

    Sono i debiti dei padri che ricadono sui figli , non il sangue : il sangue del passato è stato sostituito dal denaro.

    Bamboccione è Gaetano Gifuni , ex segretario generale del Quirinale che dopo 15 anni di servizio ed ultraottantenne non riesce ancora ad abbandonare il suo posto di lavoro e si fa nominare decano dei segretari con tanto di ufficio e ascensore privato.

    ( 2 Continua )

  8. Maximus
    Maximus 24 luglio 2011 at 13:26 | | Reply

    Il termine ” fabbrichetta di merda ” che utilizzo spesso come pure ” calvinisti stronzi ” è rivolto agli imprenditori ed ai cittadini che PENSANO SOLO A LAVORARE.

    Il lavoro non è un fine , è uno strumento.

    La nostra Costituzione dice che l’ Italia è FONDATA SUL LAVORO : che stronzata !

    Potevano scrivere che era fondata su un martello o su un cacciavite che rendeva meglio l’ idea .

    Il lavoro non è una cosa positiva a prescindere.

    I carnefici lavorano ma non fanno grande l’ umanità.

    I nazisti processati a Norimberga dicevano sempre di aver solamente fatto il loro lavoro.

    Io accuso gli imprenditori e soprattutto quelli brianzoli o padani che conosco direttamente di aver SOLO lavorato.

    Li accuso di avere una etica calvinista e protestante del lavoro mentre per 50 anni si sono fatti rappresentare da terroni e ad essi hanno affidato il frutto del loro lavoro e quello dei loro figli.

    I mostri politici che li stanno divorando li hanno creati loro, con la loro ignavia politica.

    Non ho niente contro chi lavora ma non sopporto chi affida poi i frutti del proprio lavoro a ladri dichiarati e riconosciuti.

  9. Maximus
    Maximus 24 luglio 2011 at 13:35 | | Reply

    Per ultimo : non penso che la moderazione dipenda dall’ età .

    Solitamente la moderazione dipende dalla mediocrità.

    La maggior parte delle persone NON CREDE in quello che dice e tantomeno in quello che pensa perchè , il più delle volte , non pensa , ripete semplicemente ciò che ha sentito da qualche parte.

    Non essendo le affermazioni frutto di un processo interiore , come si fa a difenderle con veemenza ?

    Non si può ed allora si fa i ” moderatini ” della serie non mi sbilancio troppo così non mi attaccano e non mi faccio nemici.

    Praticamente sono delle merde.

    Io , comunque , ho 48 anni e non penso che tra dieci anni sarò molto diverso da adesso.

    Non è vero che le persone con il tempo cambiano : diventano semplicemente quello che sono sempre state.

    Nei primi anni di vita si limitano a fingere per accondiscendere prima i genitori , poi la maestra ,poi la moglie infine gli amici ma alla fine si stancano di recitare e diventano quello che sono sempre stati.

    Ti saluto e grazie ancora per gli apprezzamenti.

  10. paolo cintolesi
    paolo cintolesi 24 luglio 2011 at 13:39 | | Reply

    Caro Maximus, d’accordo che gli italiani, nella stragrandissima parte, sono inclini ad essere più portati a chiedere favori che a far esercitare i loro diritti, la casta non fà altro che assecondarli. Mi chiedo, però, quelli che vorrebbero far valere i propri diritti, pensi che non potrebbero incominciare a “urlare” il loro disagio con manifestazioni coordinate e ben visibili? Io stò cercando persone che partecipino ad una “passeggiata” da Pisa a Roma (13 tappe) contro gli sprechi e contro la casta. Per ora ho trovato tre persone, ma è da Maggio che propongo. Perché il malcontento non emerge con forza? mah!!

    1. Maximus
      Maximus 24 luglio 2011 at 14:42 | | Reply

      Guarda , io ritengo che le manifestazioni collettive possano essere molto utili e ci partecipo anche io.

      Alle fine però quando uno torna a casa e nella vita di tutti i giorni non fa niente per farsi rispettare , si merita tutto il male che gli capiterà.

      Non può pretendere che sia la collettività ad occuparsi di ogni sua stronzata.

      Potrei fare molti esempi , uno su tutti.

      Pochi anni fa sono riuscito DA SOLO a far rimuovere una discarica di 1 ettaro nel mio comune.

      Come ci sono riuscito ?

      Invece di lamentarmi al bar ho speso 3 euro ed ho spedito una RACCOMANDATA con avviso di recevimento alla ASL avvertendoli che se non facevano il loro lavoro avrei avvisato il sindaco , i carabinieri , la polizia ecc. praticamente una serie di enti.

      Li ho messi uno contro l’ altro e loro , per timore di essere presi in castagna , si sono mossi ed hanno lavorato per 1 settimana a rimuovere con la ruspa tutti i rifiuti che erano veramente tanti.

      Un’ altra persona si sarebbe limitata a TELEFONARE e delle telefonate in comune non se ne fanno una sega perchè…scripta volat ma verba ( et Raccomandata ) manent.

      Quelli che si lamentano e basta lo fanno perchè è l’ unica cosa che sanno fare : i politici lo sanno ed è per quello che li trattano da stronzi e li derubano .

      Se lo meritano.

      Altro che incazzarsi contro ” La casta ”

      Un parlamentare GUADAGNA POCO dico sempre a questi signori.

      Poi gli chiedo quanto guadagna e se mi dice 1000 euro gli rispondo : ” …se tu guadagni mille euro e sei un ignorante non vuoi che un deputato ne guadagni almeno 6- 7000 ?

      Quello che muove queste amebe non è la volontà di giustizia ma solo l’ INVIDIA.

      Te lo dice uno che in questo momento non guadagna niente , a scanso di equivoci.
      Non sono un super uomo e nemmeno una persona di successo , tutt’ altro : non sono io ad essere più intelligente della media sono gli altri ad esserne al di sotto.

      Alla fine è sempre un problema di fede : se non credi tu in quello che dici o in quello che fai , chi ci deve credere ?

      Le persone spesso capiscono , non per colpa loro , non più del 15 % di quello che gli stai spiegando , ma tutti , a prescindere dalle loro conoscenze sull’ argomento , capiscono se TU ci credi o meno e spesso anche se li vuoi prendere per il culo o meno, se hai o non hai altri fini.

      Quello che dico a tutti è sempre la stessa cosa .

      Se vuoi qualcosa , agisci : anche con ricatti , minaccie e sberle , se occorre.

      Io l’ ho fatto per difendere ciò che ritenevo giusto.

      Altrimenti piantala di lamentarti che rompi le palle a me e al prossimo.

  11. paolo cintolesi
    paolo cintolesi 24 luglio 2011 at 14:31 | | Reply

    Ah, dimenticavo di chiederti: che lavoro fai? Grazie

    1. Maximus
      Maximus 24 luglio 2011 at 14:52 | | Reply

      Se vuoi mobilitare le persone lo puoi fare se hai un obbiettivo ben preciso , delimitato e raggiungibile altrimenti pensare di portare a Roma della gente a manifestare ” contro la casta ” o ” per il bene comune ” non ti porterà a niente.

      Sain perchè gli interessi di pochi prevalgono sul BENE COMUNE ?

      Perchè il BENE COMUNE è un obbiettivo vago e generico ed ognuno lo vede a suo modo.

      Invece rubare diecimila euro è un obbiettivo concreto , raggiungibile , misurabile e dal significato inequivocabile.

      Prova a proporlo a qualcuno e vedrai che prima di sera troverai qualcuno disposto a seguirti ,sicuramente più di quelle che troverai per la gita a Roma.

      Ricorda che Roma , da migliaia di anni , sulle persone che periodicamente la invadono per cercare di cambiarla , ci campano a migliaia.

      Sono persino riusciti a far girare i tacchi ad Attila , figurati.

      Se vai a Roma a manifestare ti sei già inginocchiato davanti ad essa.

      Il motto no deve essere più O ROMA O MORTE ! , quello lascialo ai fascisti di Alemanno , ma deve essere VIA DA ROMA !

    2. Maximus
      Maximus 24 luglio 2011 at 14:58 | | Reply

      Come ho scritto prima , attualmente non lavoro.

      Sono comunque un Veterinario che ha lavorato in allevamenti di maiali quindi di porci me ne intendo.

      Sono una persona che ha studiato molta teoria ma sono andato a sporcarmi le mani e non sono quelle con un lavoro duro soprattutto per me che soffro di ipertensione e , anche se non ci crederai , di depressione.

      Poi la globalizzazione ha fatto chiudere l’ allevamento in cui lavoravo anche se io me ne sono andato poco prima , dopo aver impiantato e vinto una causa di lavoro proprio per essere fedele a quello che ti ho scritto.

      Non sono ricco ma nemmeno povero e mi sto guardando in giro per vedere se vale la pena di intraprendere qualche attività : penso che tra poco mi muoverò nuovamente.

      Saluti.

  12. paolo cintolesi
    paolo cintolesi 25 luglio 2011 at 12:43 | | Reply

    Innanzi tutto ti auguro di trovare quello che tutti, consciamente o inconsciamente, cerchiamo, mi congratulo con il tuo linguaggio schietto e posso dirti che anch’io vedo Roma come il fumo negli occhi. I punto è che ci sono milioni di persone che con questo andazzo, purtroppo, ci vivono bene e allegramente. Noi finché continueremo a lamentarci faremo sempre la parte dei “coglioni”. Tieni presente che anch’io sono un tipo che quando sà di avere un diritto, non guarda in faccia a nessuno, però, in questo letamaio, è una magra consolazione! Quindi, continuerò a sperare e ancora a sperare finché un giorno………..Di nuovo tanti auguri!!!!

Please comment with your real name using good manners.

Leave a Reply

© 2013 MovimentoLibertario.com